in

Jeep Renegade: largo all’allestimento Altitude

La gamma della Jeep Renage si arricchisce con l’allestimento Altitude, che sarà disponibile per il 2022. Tanti i dettagli in nero lucido.

Jeep ha snocciolato alcuni dettagli sul SUV crossover Renegade del 2022. La Casa automobilistica sostiene di tenere le migliori qualità off-road nella categoria, di dare la possibilità di sperimentare la guida en plein air e contemplare propulsori a basso consumo. Il motore standard è un quattro cilindri turbo da 1,3 litri con cambio automatico a nove velocità, che promette buone prestazioni su strada e non. Una novità per il 2022 è Jeep Renegade Altitude.

Jeep Renegade: l’allestimento completo

Jeep Renegade

Il pacchetto aggiunge tocchi di nero lucido, tra cui badge, anelli della griglia, paraurti posteriore e cornici degli indicatori di direzione. Gli acquirenti ottengono anche specchietti retrovisori esterni in tinta con indicatori di direzione integrati, idem per le ruote da 18 pollici e sedili di lusso in tessuto o pelle con cuciture Ski Grey. L’interno riceve poi accenti lucidi e un tetto in verniciatura rigorosamente black.

Jeep Renegade

Al di là della configurazione Altitude, negli States il vigoroso SUV compatto guadagna l’adozione standard del display touchscreen da 8,4 pollici sui modelli Sport e Latitude. Inoltre, il personale incaricato ha attuato delle lievi modifiche a fendinebbia, calandra e calotte degli specchietti retrovisori. Per il momento è tutto, ma fra pochi mesi potrebbero presentarsi al varco una serie di accorgimenti tecnici degni di nota, pure per la Renegade commercializzata in territorio italiano.

Jeep Renegade

Il mercato USA esercita, ovviamente, un ruolo di primo piano per le manovre aziendali e l’Altitude Package trasuda fascino. Per l’edizione immessa in commercio in Nord America (il veicolo cioè fabbricato presso lo stabilimento Fiat di Goyana, in Brasile, e non quello realizzato in Italia, a Melfi) si è deciso di ampliare ulteriormente una gamma ricca e ben assortita. La Jeep Renegade destinata  agli Stati Uniti si declina in un menù leggermente rivisto rispetto alla controparte europea. Pertanto, non è dato conoscere se pure qui da noi sarà disponibile una proposta del genere. Solo il tempo ci dirà se i fan della nostra penisola avranno modo di ordinarla.

Looks like you have blocked notifications!