in

Ferrari F40: all’asta uno degli ultimi esemplari prodotti

È la 19ª delle sole 22 prodotte nell’ultimo anno di produzione (1992)

Realizzata per festeggiare il 40º anniversario di Ferrari nel 1987, la splendida Ferrari F40 vanta di essere l’ultima nuova ventura commissionata dal fondatore dell’azienda Enzo Ferrari.

Colmando lo stretto divario tra le auto da competizione e i modelli stradali come nessun altro prima d’ora, la F40 era il modello statale più veloce e potente sviluppato dalla casa automobilistica di Maranello al momento del lancio.

Ferrari F40 1992 asta Mecum Auctions
Ferrari F40 interni

Ferrari F40: un bellissimo esemplare del 1992 sarà battuto all’asta fra pochi giorni

In occasione dell’asta Kissimmee, che si terrà dal 6 al 16 novembre 2021, Mecum Auctions proporrà un bellissimo esemplare del 1992. Parliamo del 19º dei soli 22 costruiti nell’anno finale di produzione della supercar.

Rappresentando un ulteriore passo in avanti rispetto alla 288 GTO Evoluzione, destinata a soddisfare i requisiti di omologazione FIA per il rally Gruppo B, la Ferrari F40 era una vettura da corsa mascherata da stradale.

Ferrari F40 1992 asta Mecum Auctions

Con questa vettura, Leonardo Fioravanti ha dimostrato che era davvero possibile progettare un’auto tecnologicamente brillante con l’emozione e l’approccio umanistico che hanno caratterizzato le più grandi auto stradali da corsa di Ferrari degli anni ‘50 e ‘60. È basata su un telaio spaceframe in acciaio con una struttura centrale rinforzata in fibra di carbonio e kevlar e pannelli della carrozzeria realizzati da Scaglietti.

La straordinaria potenza proveniva da un motore V8 biturbo a iniezione da 2.9 litri con turbocompressori IHI e intercooler Behr capace di sviluppare 478 CV di potenza a 7000 g/min.

Ferrari F40 1992 asta Mecum Auctions

In totale sono stati prodotti 1315 esemplari

Un cambio manuale a 5 marce montato sul retro e una spinta decisa dei turbocompressori IHI hanno contraddistinto l’esperienza di guida della F40, che pesava appena 1100 kg. Le sospensioni su tutte e quattro le ruote, indipendenti e a doppio braccio oscillante, sono dotate di ammortizzatori da competizione. L’impianto frenante, invece, è caratterizzato da dischi ventilati con pinze Brembo su tutti e quattro gli angoli.

La produzione complessiva della vettura era inizialmente destinata a circa 400 esemplari, ma la domanda era davvero elevata. Alla fine, la casa automobilistica di Maranello decise di costruire 1315 unità in tutto fino al 1992. La F40 attesa all’asta da Mecum Auctions è la 19ª delle sole 22 costruite nell’ultimo anno di produzione, oltre ad aver percorso soli 14.053 km.

Ferrari F40 1992 asta Mecum Auctions

L’assemblaggio è stato completato l’8 giugno del 1992 con una carrozzeria dipinta nell’iconico Rosso Corsa di Ferrari, abbinato a interni in colore grigio. La supercar è stata dapprima immatricolata a Mantova e poi venduta nel 1995 a un altro proprietario ad Arese, che ha partecipato a diversi eventi sul circuito del Mugello.

Nel giugno del 1997, la vettura si è spostata in Giappone dove ha avuto ben quattro diversi proprietari. La Ferrari F40 in questione è stata dotata del kit di aggiornamento delle cinture di sicurezza e sfoggia un impianto di scarico Tubi dal sound davvero appagante. Non mancano dei cerchi Speedline in tre pezzi con bloccaggio centrale e abbinati a pneumatici Pirelli.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento