in

Maserati: dati interessanti dal terzo trimestre dell’anno

Emergono i primi segnali di una piccola ripresa in casa Maserati, perlomeno a ben guardare i risultati di Stellantis nel terzo trimestre 2021

Emergono i primi segnali di una piccola ripresa in casa Maserati, perlomeno a ben guardare i risultati espressi da Stellantis nel terzo trimestre di quest’anno. Nell’attesa che la nuova Maserati Grecale possa essere effettivamente presentata, il Tridente sembra mostrare dati non indifferenti che ben si accostano all’ormai noto successo che sta facendo registrare la nuova Maserati MC20: la nuova sportiva del Tridente realizza infatti numeri parecchio interessanti, soprattutto se paragonati alla tipologia di auto non certo per le tasche di tutti i comuni mortali.

Il terzo trimestre del 2021 si chiude per Maserati con un complessivo di circa 5.800 vetture consegnate in ogni parte del mondo. Un dato sicuramente in crescita rispetto a quello fatto registrare dal costruttore modenese lo scorso anno. Si può dire che le vendite di Maserati, rispetto a quanto messo in pratica durante il medesimo trimestre dello scorso anno, sono cresciute del 18%. L’incremento delle vendite è dovuto si ad una migliore condizione sociale legata alla pandemia da Coronavirus, ma anche all’introduzione proprio della Maserati MC20 e delle Ghibli e Levante Hybrid che hanno convinto l’utenza.

Guardando invece al parziale annuo, si può dire che fin qui (per i primi nove mesi dell’anno) il 2021 di Maserati ha registrato 16.600 unità vendute in ogni parte del mondo. Un dato che chiarisce una importante crescita pari al 66%: il costruttore, entro fine anno se la tendenza continuerà a rimanere questa, chiuderà l’anno con più di 20mila unità immatricolate nel mondo preparando il 2022 che dovrà essere l’anno del rilancio.

Nel 2022 Maserati si attende una prima fase di rilancio

Il rilancio di Maserati passerà quindi proprio per il 2022 grazie all’introduzione di almeno due nuovi modelli. La strada che il costruttore intraprenderà il prossimo anno porterà poi all’introduzione di un nuovo modello ogni anno, fino al completamento della gamma prevista che sarà svelata con certezza in accordo col primo piano industriale che Stellantis introdurrà all’inizio del nuovo anno.

L’arrivo della nuova Maserati Grecale, in programma ormai durante la prossima primavera, aprirà le porte ad un incremento delle vendite. Il nuovo D-SUV che utilizzerà la medesima piattaforma Giorgio delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio, e sarà prodotto al Cassino Plant, dovrà dare una vera scossa alle vendite introducendo una crescita che dovrebbe configurarsi interessante.

Ci si attende poi, sempre entro la fine del 2022, la nuova Maserati GranTurismo che avvierà le attività produttive del costruttore del Tridente presso lo storico stabilimento ex Fiat di Mirafiori. Qui sorgerà anche la Maserati GranCabrio e la nuova generazione della Quattroporte in accordo col futuro nuovo Levante. Da qui dovrebbe ripartire la risalita concreta di Maserati, in accordo con un netto cambio di passo rispetto ai dati fatti registrare fin qui.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento