in

Ma davvero le auto elettrificate superano diesel e benzina?

A settembre 2021, in Italia, le auto elettrificate superano vetture con motore a benzina o a gasolio: lo fanno per la prima volta. Ma col “trucco”. Analizziamo la questione. Tutti conoscono le auto a benzina o a gasolio. Sulle auto elettrificate invece è in corso un dibattito. Stando a una prima definizione, sono elettrificate le vetture elettriche, ibride plug-in e tutte le altre possibili ibride di ogni sorta, incluse le mild hybrid, MHEV: occhio, non c’è assolutamente nessuna interazione tra il propulsore elettrico e le ruote. Pertanto, a spingere l’auto è sempre e solo il motore termico.

Infatti, JATO Dynamics, società di analisi del settore automotive, mette in guardia: definisce elettrificate solo le auto elettriche e ibride plug-in. Ossia alla spina, ricaricabili. Non sono degne di far parte della famiglia delle elettrificate tutte le altre ibride.

Auto elettrificate: dibattito aperto

Molto interessante quanto dice Laura Gobbini, Project Manager & Data Analyst di Dataforce Italia. Partendo da un dato: per la prima volta, a settembre le immatricolazioni di vetture omologate come ibride in Italia (428.091) sorpassano sia le diesel (274.625) sia le benzina (357.639). Questo “potrebbe sembrare un segnale positivo nella strada verso l’elettrificazione – dice la Gobbini -. Ma, ad un’analisi più attenta, vediamo che ben 251.671 (il 59%) sono mild. Cioè vetture che non percorrono neanche un metro utilizzando solo energia elettrica”. 

Conclusione della Gobbini: “Nonostante tutti i proclami, il mercato è ben saldo sulle due motorizzazioni storiche: benzina e diesel, con e senza batteria maggiorata”. E allora quando potremo parlare di vera transizione all’elettrico? “Solo quando le percentuali di crescita di elettriche, ibride chiuse e ibride plug-in saranno paragonabili a quelle delle ibride mild attuali”.

Ci si potrebbe a questo punto domandare il senso delle ibride plug-in, che vanno pochissimo con la sola batteria: fanno pochi km in elettrico. Il grosso lo si percorre col benzina. Il fatto è che i Gruppi auto sono sotto la minaccia dell’Unione europea: se le emissioni di CO2, considerando la media della gamma, supera una certa soglia, arrivano le pesantissime multe dell’Ue. Ed ecco la soluzione: ibride plug-in, visto che per le elettriche servono investimenti molto più forti con conseguenze pesanti sui listini.

Looks like you have blocked notifications!