in

Fiat le ultime notizie da Stoccarda sul dieselgate

Fiat Chrysler (Stellantis) in Germania è nel mirino della giustizia per la manipolazione dei gas di scarico di vari modelli

Fiat Logo
Fiat Logo

Come noto, anche Fiat Chrysler (Stellantis) in Germania è nel mirino della giustizia per la manipolazione dei gas di scarico di vari modelli dotati di motore diesel. Un altro tribunale distrettuale ha attualmente condannato Fiat Chrysler (Stellantis) al risarcimento per la manipolazione dei gas di scarico. Si tratta di una cosiddetta sentenza in contumacia, numero di fascicolo: 19 O 737/21, del tribunale regionale di Norimberga-Fürth. La decisione non è ancora definitiva.

La sentenza del tribunale regionale di Norimberga-Fürth fa riferimento ad un camper Sun Ti 650 MF Platinum Selection del produttore Knaus. Un Fiat Ducato con motore diesel multijet da 2,3 litri funge da veicolo base per questo camper. Anche i veicoli Fiat, Alfa Romeo, Jeep e Iveco sono sospettati di aver utilizzato dispositivi di manipolazione non ammessi. Nell’estate del 2020, la procura di Francoforte ha quindi fatto perquisire gli uffici di FCA in Germania, Svizzera e Italia.

La Questura di Francoforte sul Meno, che svolge le indagini per conto della Procura della Repubblica per i reati commerciali, dall’8 febbraio 2021 ha notevolmente ampliato le proprie indagini. Le autorità preposte all’applicazione della legge stanno ora presumendo che tutti i motori diesel con gli standard sulle emissioni Euro 5 ed Euro 6 di Fiat Chrysler e Iveco siano interessati dallo scandalo delle emissioni. Questo vale anche per i marchi sussidiari Lancia, Jeep e Alfa Romeo, nonché per molti camper con motore diesel che sono stati costruiti sulla base dei modelli Fiat e Iveco.

Secondo l’accusa, questa è una chiara prova che qui c’è stata un’ampia manipolazione. In questo contesto, sempre secondo l’accusa, i proprietari di tali camper non dovrebbero aspettare oltre e chiedere consigli e chiarimenti a uno studio legale specializzato nel dieselgate il prima possibile. Perché ci sono svantaggi significativi per i proprietari di veicoli diesel del gruppo Fiat.

A questo proposito entrerebbero in discussione gli aggiornamenti software, che possono portare a maggiori consumi, minori prestazioni e danni al motore. È anche possibile che il veicolo non funzioni se non viene approvato un aggiornamento. Inoltre, c’è il rischio di notevoli perdite di valore a causa dello scandalo delle emissioni. Ciò è stato particolarmente evidente nello scandalo del diesel Volkswagen.

Secondo stime preliminari, nella sola Germania sarebbero colpite più di 200.000 camper. A questo proposito, Fiat e la sua consociata Iveco sono sospettate di aver installato sistemi manipolatori illegali su veicoli diesel. Diversi tribunali in tutta la Germania si sono già pronunciati contro Fiat Chrysler.

Cosa dice l’Autorità federale dei trasporti automobilistici (KBA)? Le misurazioni della KBA hanno anche mostrato quanto siano effettivamente inquinanti questi veicoli. Ad esempio, un Fiat Ducato Euro 5 (valore ammesso per l’ossido di azoto 280 mg/km) ha misurato valori di oltre 1.000 mg/km in media, con un picco fino a 2.500 mg/km!

I seguenti modelli di motori Fiat sono interessati dall’indagine:

Multijet 1.3 litri; Multijet da 1,3 litri 16V Multijet

da 1,6 litri; 1,6 litri

2,0 litri Multijet; 2,0 litri

2,2 litri Multijet II

2,3 litri; 2,3 litri Multijet

Ti potrebbe interessare: Fiat richiama più di 250 mila auto per problemi all’airbag

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI