in

Alfa Romeo: ecco perchè bisogna essere ottimisti

Nonostante le delusioni degli ultimi anni le dichiarazioni di Carlos Tavares e Jean-Philippe Imparato fanno essere ottimisti sul futuro di Alfa Romeo

Alfa Romeo logo
Alfa Romeo logo

Dopo le delusioni degli ultimi decenni è facile intuire come mai ci sia molta diffidenza tra i numerosi fan di Alfa Romeo a proposito di un effettivo rilancio del marchio. Già ai tempi di Sergio Marchionne si era parlato di un ritorno nel segmento premium del mercato auto per lo storico marchio milanese che con ben 8 nuovi modelli sarebbe stato capace di lottare ad armi pari con colossi del calibro di Audi, Bmw e Mercedes con l’obiettivo di arrivare a vendere nel giro di pochi anni quasi mezzo milione di unità l’anno.

Alfa Romeo: il futuro ti sorride

Come sappiamo le cose sono andate molto diversamente per Alfa Romeo. Di modelli nuovi ne sono arrivati solo due Giulia e Stelvio che non hanno sfondato a livello di vendite pur avendo ricevuto nel corso della propria carriera numerosi riconoscimenti sia da parte dei fan che dagli addetti ai lavori come testimoniano numerosi premi ottenuti dai due veicoli della casa automobilistica del Biscione.

Quanto avvenuto negli scorsi anni fa capire come mai i propositi di Stellantis che ha parlato apertamente di rilancio del marchio milanese non fanno entusiasmare più di tanto gli animi dei fan di Alfa Romeo. Il continuo rinvio del debutto di Alfa Romeo Tonale sicuramente non aiuta ad essere ottimisti per il futuro. Tuttavia a nostro avviso occorre essere positivi. Carlos Tavares, il nuovo amministratore delegato di Stellantis ha detto chiaro e tondo che tutti i brand del gruppo avranno almeno 10 anni di investimenti davanti per dimostrare di cosa sono capaci.

Il nuovo amministratore delegato Jean-Philippe Imparato ha detto che Stellantis cercherà di rilanciare Alfa Romeo nel migliore dei modi e che nei prossimi anni arriveranno almeno un nuovo modello all’anno. Inoltre quando il marchio avrà raggiunto un certo livello in termini di vendite e redditività sarà possibile anche rivedere nella gamma vetture del calibro di Duetto e GTV che ovviamente non possono mancare nella gamma di una casa automobilistica con la storia e la tradizione di Alfa Romeo.

Dunque bisogna rimanere ottimisti sul futuro che aspetta Alfa Romeo che sicuramente grazie agli investimenti di Stellantis potrà recuperare il terreno perduto tornando a livelli più consoni al suo blasone.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento