in

Ferrari Challenge 2021: il resoconto del weekend di Monza

Il monomarca del cavallino battezza la stagione 2021, ecco come è andato il Ferrari Challenge a Monza.

Ferrari Challenge
Battaglia in partenza a Monza (foto Ferrari)

Gli sbalzi d’umore del meteo non hanno inficiato lo spettacolo del primo appuntamento stagionale del Ferrari Challenge Europe 2021, andato in scena a Monza. Il “tempio italiano della velocità” ha donato le sue alchimie d’asfalto all’evento, senza l’abbraccio fisico del pubblico, per la pandemia da Covid-19.

Ancora una volta, il celebre campionato monomarca della casa di Maranello si è mostrato all’altezza delle aspettative, regalando un’avvincente miscela. Al via delle danze, 43 Ferrari 488 Challenge EVO, con le loro inebrianti sonorità meccaniche.

Ferrari Challenge a Monza: lezione femminile

Ferrari Challenge
Lotta alla prima variante (foto Ferrari)

Le due gare di sabato si sono svolte su fondo asciutto, mentre i due match domenicali hanno dovuto fare i conti con la pioggia. Da segnalare il successo, nella prima sfida del Trofeo Pirelli, della danese Michelle Gatting (Scuderia Niki – Iron Lynx), che ha dato una lezione di guida ai colleghi di sesso maschile. Il suo compito è stato agevolato, forse, dall’uscita di scena alla prima variante, per un contatto, del poleman Luka Nurmi. Piazza d’onore per Matùš Výboh (Scuderia Praha), seguito da John Wartique (FML – D2P), terzo al traguardo.

In Coppa Shell gli onori della gloria, in gara 1, sono andati a James Weiland (Rossocorsa). Il driver americano, a dispetto di un problema che gli aveva fatto perdere il comando delle ostilità in corso d’opera, è riuscito a guadagnare il gradino più alto del podio, davanti a Christian Kinch (Formula Racing) ed Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport).

Il più giovane vincitore è però un maschio

Ferrari Challenge
Il tempio italiano della velocità (foto Ferrari)

Nella seconda sfida del Trofeo Pirelli, a far valere la sua legge ci ha pensato il sedicenne Luka Nurmi (Formula Racing), vincitore al debutto. Al talentuoso finlandese va anche il primato di più giovane vincitore di una gara nella storia del Ferrari Challenge. Nulla ha potuto contro di lui, in questa circostanza, la bravissima Michelle Gatting (Scuderia Niki – Iron Lynx), giunta seconda sulla linea di arrivo, con il belga John Wartique (FML – D2P) alle sue spalle.

In gara 2, nel Trofeo Shell, la partenza è avvenuta in regime di safety car, a causa della pioggia. Ad imporsi, con la sua Ferrari 488 Challenge EVO, è stato “Alex Fox” (SF Grand Est Mulhouse), primo dall’inizio alla fine della corsa. Seconda posizione al traguardo per James Weiland (Rossocorsa), che non è riuscito a ripetere la performance di gara 1. I concorrenti, per un contatto alla prima variante a cinque minuti dalla bandiera a scacchi, sono giunti sulla linea di arrivo dietro l’auto di sicurezza, protagonista delle fasi di avvio e di chiusura del confronto.

Grande l’attenzione prestata all’ambiente dal Ferrari Challenge Europe. Quello del “cavallino rampante” è il primo campionato monomarca del Vecchio Continente a giovarsi del sistema di gestione sostenibile degli eventi ISO 20121. La cosa assume maggiore importanza nella cornice di Monza, perché l’autodromo brianzolo sorge all’interno di un parco naturale. Qui, dal 16 al 18 aprile, si svolgerà la gara di apertura del Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS. Quarantaquattro GT3 di nove marchi diversi si contenderanno la vittoria della Endurance Cup di tre ore. Nel tempio italiano della velocità, il prossimo fine settimana, andranno in scena anche le serie Fanatec GT2 European Series, GT4 European Series e Lamborghini Super Trofeo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento