in

Opel non sta facendo progressi nel ridimensionamento

Il piano di tagli di Ralph Wangemann, responsabile delle risorse umane di Munich Opel sembra essere fallito

Opel
Opel

Ralph Wangemann, responsabile delle risorse umane di Munich Opel, è per lo più conciliante nel tono e più di natura equilibrata. Persino i critici affermano che l’uomo del Berchtesgadener Land offre poco spazio per attaccare. Ma a volte il manager, che di solito agisce in modo così cauto, insegue le sue truppe con frasi che risuonano mesi dopo.

Il piano di tagli di Ralph Wangemann, responsabile delle risorse umane di Munich Opel sembra essere fallito

A settembre il direttore del lavoro della casa automobilistica si è lamentato in una lettera circolare alle sue truppe che i tagli pianificati di 2.100 dei 15.000 dipendenti in Germania attraverso programmi come pensionamento parziale, pensionamento anticipato o indennità di licenziamento stavano avvenendo troppo lentamente. “Dobbiamo attuare il ridimensionamento entro la fine dell’anno”, borbottò Wangemann all’epoca e persino minacciato di “implementare licenziamenti per motivi operativi” se non fosse stato possibile trovare più volontari.

Sei mesi dopo, il numero di coloro che hanno firmato un contratto di risoluzione è passato da 500 a circa 1200 persone. “Ma possiamo ovviamente vedere che la tendenza è stata molto negativa dall’inizio dell’anno”, ha detto Wangemann costernato mercoledì in una riunione digitale, come hanno confermato diversi partecipanti. Quando è stato chiesto, Opel non ha voluto commentare il contenuto degli eventi interni.

Una cosa è chiara: il piano è apparentemente fallito. Secondo i circoli aziendali, dopo la minaccia di licenziamento, molti di coloro che in precedenza avevano accarezzato l’idea di lasciare Opel presto si sarebbero intestarditi. Inoltre, l’ambiente di lavoro si è ulteriormente deteriorato a seguito della crisi del coronavirus.

Il piano dirigenziale ora vuole realizzare il ridimensionamento almeno entro la fine del 2021, come comunque era stato inizialmente pianificato. Per dare più slancio al processo, all’inizio dell’anno sono state annunciate due nuove “aree di interesse”: Acquisti e Ingegneria di Processo e Produzione (PME), altre potrebbero seguirne presto.

Ti potrebbe interessare: Opel Grandland 2022 catturato in foto spia durante i test invernali

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento