in

Jeep è andata troppo oltre con la modellazione 3D secondo Gilles

Secondo Ralph Gilles in passato Jeep forse ha esagerato con la modellazione 3D e adesso la adotta ma in combinazione con i modelli in Argilla

Jeep
Jeep

Ralph Giles, un designer di automobili che ha trascorso tutta la sua vita a progettare veicoli per Chrysler e per i suoi sottomarchi, è stato anche Presidente e CEO del marchio SRT e, fino a poco tempo fa, anche Vicepresidente del Design di Chrysler. Gilles è ora il Global Head di Jeep Design. Una delle ultime creazioni di Gilles sono stati i modelli Jeep Wagoneer e Grand Wagoneer oltre alla Jeep Compass aggiornata per il mercato globale.

Secondo Ralph Gilles in passato Jeep forse ha esagerato con la modellazione 3D e adesso la adotta ma in combinazione con i modelli in Argilla

Gilles è stato uno dei primi ad adottare la modellazione 3D digitale nel design automobilistico in tutto il mondo. Tuttavia, ha sottolineato che all’epoca potrebbero essere stati un po’ troppo veloci con l’adozione. In una chat, Gilles ha parlato di quando il team di progettazione è andato troppo oltre con la modellazione 3D ed è stato costretto a fare un passo indietro.

Alla domanda su quanta parte della modellazione tradizionale in argilla e della moderna modellazione 3D digitalizzata venga utilizzata dal suo team di progettazione per i suoi ultimi veicoli, Giles ha detto: “Siamo stati i primi ad adottare la modellazione 3D. In realtà sono stato uno dei primi designer a fare la modellazione 3D. Tuttavia, siamo andati un po’ troppo oltre. Se ricordi bene, intorno al 2005 le nostre auto erano molto squadrate. Perché all’epoca il software non era abbastanza sofisticato.”

È vero che i modelli Jeep di quell’epoca erano caratterizzati da un design squadrato. Caso in questione, la Jeep Grand Cherokee del 2005. Il modello presenta una griglia anteriore squadrata con gli iconici 7 slot, fari arrotondati dal design tradizionale, la silhouette complessiva, i passaruota trapezoidali e altri elementi di design non hanno convinto tutti. Tuttavia, hanno aperto la strada al futuro per il linguaggio di design dei SUV e come le persone ancora li associano per apparire. Inoltre, molti dei concorrenti di Jeep hanno cercato di emularlo anche nei loro progetti.

Gilles ha aggiunto ricordando che la squadra era troppo impegnata. È per questo che hanno accettato la chiamata per tornare alla modellazione dell’argilla. Ora, Gilles e il suo team usano una miscela di entrambi: modellazione 3D e argilla, mentre progettano nuovi veicoli.

“Partiamo da uno schizzo, da esso poi scolpiamo in argilla seguendo il quale otteniamo una rappresentazione digitale. Da lì andiamo avanti e indietro. Usiamo il supporto digitale più per la velocità, non necessariamente per la forma. ”

Gilles e il suo team lavorano con una filosofia per “costruire la superficie più bella” che possono. La modellazione in argilla o 3D sono solo semplici strumenti, quindi è necessario un equilibrio di entrambi i mezzi nella progettazione di veicoli moderni.

Ti potrebbe interessare: Jeep Wagoneer e Grand Wagoneer 2022: la versione a passo lungo potrebbe arrivare l’anno prossimo

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento