in

Il Maserati Grecale potrebbe non bastare, nuovi modelli premium per il futuro di Cassino?

La produzione del Maserati Grecale prenderà il via ad ottobre

Maserati Grecale
Maserati Grecale

Lo stabilimento Stellantis di Cassino sta attraversando un momento difficile e il recente taglio della produzione di Giulia e Stelvio lo conferma. Per il futuro dello stabilimento tutte le speranze sono riposte nel Maserati Grecale, il nuovo D-SUV del Tridente anticipato in questi giorni da alcuni teaser ufficiali diffusi in rete.

Il lancio del Maserati Grecale è programmato per la fine del 2021. Secondo le prime informazioni in arrivo da fonti sindacali, la produzione del SUV partirà ad ottobre. Nel frattempo, stando alle voci in arrivo da Cassino, l’azienda ha iniziato la produzione dei modelli pre-serie per i test drive. Ogni giorno vengono realizzate 4-5 unità di quello che, una volta affinata la linea di produzione, sarà il Maserati Grecale.

Il nuovo SUV della casa del Tridente è l’unico nuovo modello previsto dal Piano Italia di FCA dello scorso anno per Cassino. La fine della produzione della Giulietta ha creato un vuoto nello stabilimento che sarà colmato soltanto dall’avvio del nuovo progetto. Per ora, Stellantis non ha ancora comunicato quali saranno i futuri progetti per lo stabilimento laziale.

Il Maserati Grecale potrebbe non bastare per il futuro di Cassino

Nonostante una netta riduzione della forza lavoro dello stabilimento (ridotta di circa 1.000 unità negli ultimi due anni con tanti pensionamenti e nessuna assunzione), il target della piena occupazione a Cassino è lontanissimo. Le Alfa Romeo Giulia e Stelvio vengono prodotte a ritmo ridotto e il prossimo restyling, che porterà le nuove varianti ibride, potrebbe garantire una leggera crescita delle richieste. I due modelli non sono però in grado di colmare, allo stato attuale, le capacità produttive del sito.

Stellantis, per ora, punta esclusivamente sul nuovo Maserati Grecale. Secondo diversi esponenti sindacali, l’avvio della produzione del Grecale non sarà sufficiente per soddisfare le capacità produttive di Cassino. Il nuovo entry level di Maserati è destinato a diventare il modello più venduto del brand ma i volumi di produzione dovrebbero essere contenuti.

Il nuovo D-SUV, infatti, arriverà sul mercato con un prezzo di partenza di circa 60 mila euro, ben al di sopra rispetto al listino dell’Alfa Romeo Stelvio. Il Grecale sarà un SUV di lusso, riservato ad una cerchia ristretta di clienti. La commercializzazione su scala internazionale dovrebbe garantire buoni volumi di vendita che andranno a colmare solo parzialmente le potenzialità dello stabilimento stando a diverse analisi degli ambienti sindacali.

Quali nuovi modelli per Cassino?

Il futuro di Cassino è legato, molto probabilmente, alla produzione di modelli premium. La piattaforma Giorgio sarà il riferimento dei prossimi anni. Giulia e Stelvio resteranno sul mercato ancora per diversi anni e solo nel prossimo futuro scopriremo se ci sarà una nuova generazione. Nel frattempo, il Grecale è destinato a diventare il modello di riferimento di Cassino anche grazie alla nuova variante elettrica attesa tra qualche anno

Nel corso dei prossimi anni, Stellantis potrebbe scegliere di realizzare un nuovo modello premium a Cassino, partendo dalla base della piattaforma Giorgio. Sul tavolo resta la possibilità di sfruttare le sinergie derivanti dalla fusione per realizzare un modello premium a Cassino. Ad esempio, nei prossimi anni potrebbe essere realizzato un modello DS a Cassino, partendo dalla solidissima base di partenza della Giorgio.

Maggiori dettagli sulla questione, in ogni caso, arriveranno soltanto con il nuovo piano industriale di Stellantis, ancora in fase di elaborazione, e con il lancio commerciale del Grecale che darà un importante contributo alla crescita delle attività produttive nello stabilimento. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento