in

Il ritorno di Peugeot negli USA sembra ad un punto morto

Dopo aver annunciato il ritorno di Peugeot negli Stati Uniti lo scorso anno, adesso i vertici di Stellantis sembrano frenare

Peugeot
Peugeot

Nel primo trimestre del 2019, Groupe PSA ha presentato un ambizioso piano di espansione globale per i suoi tre principali marchi automobilistici. In particolare, il conglomerato automobilistico francese ha annunciato l’arrivo di Peugeot, Opel e Citroën in nuovi mercati. Opel puntava alla Russia (dove è già operativa) e Citroën puntava all’India (presto inizierà le sue attività in quel paese). Per quanto riguarda invece il marchio Peugeot i piani per questa azienda erano molto più ambiziosi.

Il Groupe PSA aveva infatti annunciato il ritorno di Peugeot negli Stati Uniti . Tuttavia, il tempo è passato e dopo quasi due anni non si è più saputo nulla di ufficiale. La concretizzazione della fusione di PSA con Fiat Chrysler Automobiles per dare vita a Stellantis, la quarta casa automobilistica al mondo, farà luce su questo tema di rilievo.

Dopo aver annunciato il ritorno di Peugeot negli Stati Uniti lo scorso anno, adesso i vertici di Stellantis sembrano frenare

Jean-Philippe Imparato, in un’intervista, ha messo in dubbio il ritorno di Peugeot sul mercato statunitense a causa dell’ingresso in scena di Stellantis. L’alto funzionario dell’azienda ha assicurato che “Peugeot si concentrerà sui suoi principali mercati, che sono Europa, Medio Oriente, Africa e America Latina”. Ha anche chiarito che nei prossimi mesi, a breve termine, l’obiettivo è “tornare in pista in Cina”.

Lo stesso Carlos Tavares, CEO di Stellantis, ha assicurato che questa mossa strategica non è una priorità per il nuovo gruppo automobilistico che ha appena iniziato a girare. Tavares ha assicurato l’importanza dei marchi Stellantis che già operano negli Stati Uniti. Tuttavia, sottolinea che bisognerà attendere per sperimentare l’introduzione di nuove aziende in questo mercato: “I marchi di Stellantis rappresentano il 12% della quota di mercato negli Stati Uniti e siamo impegnati in una crescita redditizia prima di introdurre un nuovo marchio” .

Non c’è dubbio che scommettere sulla reintroduzione di Peugeot negli Stati Uniti sia una mossa davvero rischiosa e la situazione attuale, soprattutto dopo l’arrivo della pandemia di coronavirus, è un motivo convincente per Stellantis per scegliere di fare marcia indietro e aspettare che soffino più venti più favorevoli.

Ti potrebbe interessare: Peugeot, in attesa del nuovo piano industriale: la nuova gamma punterà su premium e sportività

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento