in

Vauxhall accusata di aver imbrogliato sulle emissioni

Vauxhall: la casa inglese che fa parte di Stellantis accusata di aver imbrogliato sulle emissioni

Vauxhall logo

Vauxhall è l’ultimo produttore a dover affrontare le accuse secondo cui alcuni dei suoi motori diesel erano dotati di dispositivi o software per imbrogliare sulle emissioni. Queste accuse sono simili a quelle che in passato sono state lanciate contro Mercedes-Benz, Fiat-Chrysler e l’ alleanza Renault-Nissan, sulla scia dello scandalo Volkswagen “dieselgate” .

Vauxhall, la casa inglese che fa parte di Stellantis accusata di aver imbrogliato sulle emissioni

Lo studio legale Milberg London afferma che sta avviando una causa contro Vauxhall per i conducenti che hanno acquistato o noleggiato alcuni modelli prodotti tra il 2009 e il 2019.

Una dichiarazione rilasciata dalla casa automobilistica ha detto: “Vauxhall Motors non è a conoscenza di alcuna affermazione del genere e respinge qualsiasi accusa di utilizzo di dispositivi illegali. I nostri veicoli soddisfano le normative applicabili”. Più di un milione di persone potrebbero ricevere un risarcimento se la richiesta avrà successo.

Edward Cardington, partner di Milberg London LLP e avvocato capo per la Vauxhall Pay Up Campaign, ha dichiarato: “La campagna Vauxhall Pay Up ha lo scopo di dimostrare che Vauxhall ha imbrogliato sia i test sulle emissioni che i laboriosi conducenti britannici.”

“Agli automobilisti era stata promessa una combinazione di basso impatto ambientale e alte prestazioni di guida che sembra essere impossibile in condizioni di guida reali. In parole povere, il diesel pulito sembra un mito e le auto di Vauxhall non hanno fornito le prestazioni pagate dai conducenti “.

Vauxhall Pay Up rivendicherà i risarcimenti ai sensi delle normative sulla tutela dei consumatori dal commercio sleale. Queste leggi stabiliscono che i clienti a cui sono stati venduti prodotti con informazioni fuorvianti potrebbero ricevere tra il 25% e il 75% del costo del prodotto che hanno acquistato a titolo di risarcimento.

I modelli potenzialmente interessati evidenziati da Milberg London includono versioni diesel dei seguenti modelli Vauxhall: Astra, Cascada, Corsa, Insignia, Mokka, Movano e Zafira.

Ti potrebbe interessare: Vauxhall Insignia è stata nominata Upper Medium Car of the Year in UK

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento