in

Gruppo PSA: vendite mondiali a 2,5 milioni di unità

Le vendite del gruppo PSA sono arrivate a 2,5 milioni nel 2020 nonostante la pandemia di coronavirus

PSA Vauxhall

Le vendite del gruppo PSA sono arrivate a 2,5 milioni nel 2020 nonostante la pandemia di coronavirus. “Durante il 2020, un anno segnato dalla crisi COVID, i nostri team in tutto il mondo hanno mostrato il loro spirito combattivo e hanno continuato a offrire ai nostri clienti modelli puliti, sicuri e convenienti, per garantire la loro libertà di movimento. Essere conformi agli  obiettivi europei di CO 2 sin dal primo giorno è sulla base del nostro impegno etico. Prima di iniziare il nuovo viaggio con Stellantis, vorrei congratularmi con tutte le squadre per questi risultati”. ha affermato Carlos Tavares, presidente del consiglio di amministrazione di Groupe PSA.

 

L’offensiva elettrica del Gruppo è continuata per tutto l’anno con tutti i marchi che ora offrono modelli ibridi plug-in elettrici o completamente elettrici. Oggi Groupe PSA offre ai clienti una scelta di 17 modelli elettrificati (su strada o disponibili su ordinazione).

Entro la fine del 2021, la gamma elettrificata di Groupe PSA sarà composta da 23 modelli, con sei nuovi veicoli elettrificati in arrivo nel corso dell’anno, per coprire tutte le esigenze dei clienti per il loro uso personale e professionale. Parallelamente, Groupe PSA ha continuato a migliorare in modo significativo l’ efficienza di CO 2 dei motori e dei veicoli ICE.

Nel 2020 i volumi di vendita del Gruppo hanno registrato una forte ripresa nella seconda metà dell’anno (+ 40% vs H1) e il Gruppo è tornato a crescere nell’ultimo trimestre con un aumento della propria quota di mercato (+ 0,5pt vs Q3) con un aumento di Peugeot (+ 0,1 punti anno su anno) e DS Automobiles (+0,1 punti anno su anno sul mercato premium) e un rimbalzo di Opel-Vauxhall nel quarto trimestre (+0,3 punti rispetto al quarto trimestre 2019). Il Gruppo PSA è anche riuscito a mantenere una forte posizione nel suo mercato principale con la Francia che ha aumentato leggermente la sua quota di mercato nel 2020 (+0,14 pt).

Il Gruppo è rimasto concentrato sulle  prestazioni di CO 2 e ha raggiunto gli obiettivi europei nel 2020, come previsto. Ha rispettato i suoi obiettivi di CO  sia sull’ottimizzazione delle gamme in termini di emissioni ICE sia sulla crescita dei volumi di vendita LEV (netto decollo con 120.000 immatricolazioni nel 2020).

La quota di mercato di Groupe PSA in Medio Oriente e Africa ha guadagnato 2,1 punti al 7,2%. In un mercato che è diminuito del -14%, le consegne regionali sono aumentate del 21% rispetto al 2019 e hanno raggiunto oltre 201.000 unità. Sono stati fatti progressi in diversi paesi da cui Egitto (+3,8 punti), Turchia (+1,4 punti) e Marocco (+0,7 punti). I mercati dell’America Latina [5]  sono stati duramente colpiti dalla crisi del coronavirus nel corso dell’anno (con diminuzioni che vanno dal -27% al -31% rispetto al 2019) ma Groupe PSA ha ottenuto un forte processo di ripresa delle vendite ed è stato in grado di raggiungere una quota di mercato maggiore in quarto trimestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019: 2,5% contro 2,3%.

La quota di mercato di Groupe PSA per la regione è migliorata nel 2020, nonostante un calo delle vendite consolidate del 6,6%, battendo un mercato in calo del 18,3% rispetto al 2019. I tre marchi di Groupe PSA hanno ancora successo in Giappone, in particolare con i recenti lanci di Citroen Berlingo, Peugeot 208, 2008 ed e-2008, DS 3 CROSSBACK e
DS 3 CROSSBACK E-TENSE.

Ti potrebbe interessare: PSA celebra molteplici vittorie all’Inspiring Automotive Women Awards 2020

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI