in

Batterie allo stato solido: in arrivo un’unità stampata in 3D

I nuovi accumulatori saranno prodotti all’interno degli stabilimenti dell’azienda presenti in Sassonia

batteria-auto elettrica

Una società svizzera ha comunicato nelle scorse ore che presto realizzerà la sua batteria allo stato solido utilizzando la stampa 3D. Blackstone Resources, il nome dell’azienda in questione, sfrutterà un prestito convertibile fino a 20 milioni di franchi svizzeri (18,5 milioni di euro) per avviare la produzione di tale batteria.

Se ciò non bastasse, l’azienda ha dichiarato di aver già preparato i suoi stabilimenti presenti in Sassonia in cui la produzione dovrebbe partire proprio quest’anno. Nel corso degli ultimi anni, Blackstone Resources è riuscita ad affermarsi in questo settore grazie alla progettazione e alla gestione degli impianti per la lavorazione di litio, cobalto, grafite, rame, manganese, nichel e altri metalli necessari per produrre le batterie agli ioni di litio.

auto elettriche
Batterie allo stato solido, l’azienda svizzera sfrutterà un prestito per costruire la sua unità

Batterie allo stato solido: Blackstone Resources lancerà presto il suo primo accumulatore

Sono ormai diversi anni che l’azienda svizzera opera nel settore delle batterie e delle tecnologie collegate ad esse. Blackstone Resources ha intensificato la sua ricerca su nuove tecnologie legate agli accumulatori (incluse le batterie allo stato solido) sia per quanto riguarda l’architettura, la composizione chimica e la produzione.

Dopo una serie di ricerche effettuate, lo stabilimento dell’azienda ora è in grado di utilizzare delle stampanti 3D per produrre batterie sia per il settore automobilistico che per altri. Oltre a Blackstone Resources, ci sono varie aziende che nell’ultimi mesi si stanno concentrando molto sullo sviluppo delle batterie allo stato solido.

Fino a qualche mese fa, in molti pensavano che questi accumulatori sarebbero arrivati non prima del 2025 ma adesso ci sono piani certi che arriveranno già quest’anno.

Diverse società del settore automotive hanno già annunciato di voler utilizzare le batterie allo stato solido. Ad esempio, Mercedes userà queste batterie sui bus a partire dal prossimo anno mentre Volkswagen ha deciso di investire parecchi soldi su questa nuova tecnologia affidandosi a QuantumScape.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento