in

Il mercato automobilistico europeo mostra un calo di quasi l’8% ad ottobre

n ottobre il mercato automobilistico europeo è nuovamente sceso, penalizzato in particolare dal lockdown

Il rimbalzo (del 3,1%) osservato a settembre è stato fugace. In ottobre il mercato automobilistico europeo è nuovamente sceso, penalizzato in particolare dalla decisione di diversi Paesi di riconfigurarsi nel tentativo di arginare la nuova ondata di pandemia Covid-19.

Secondo i dati pubblicati dall’Association of European Automobile Manufacturers (ACEA), il numero di nuove immatricolazioni di autovetture è diminuito del 7,8% rispetto a ottobre 2019. Sono stati immatricolati circa 953.615 veicoli, rispetto a più di un milione un anno fa.

Non a caso, gli effetti del ricontenimento decretato in diversi mercati di punta del Vecchio Continente. La Spagna è in calo del 21%, la Polonia del 14,6% e il Belgio del 9,4%. In Francia, dove le concessionarie sono chiuse ma si può praticare il “click and collect”, il calo è del 9,5%. In confronto, Germania e Italia hanno limitato la rottura, con cali rispettivamente del 3,6% e dello 0,2%. Questo grazie al fatto che le concessioni hanno potuto rimanere aperte lì.

Nella lista dei costruttori, il gruppo tedesco Volkswagen (con Skoda, Audi, Seat e Porsche), ancora numero uno indiscusso in Europa, ha registrato a ottobre vendite del -9,1%. Il suo secondo classificato PSA (Peugeot-Citroën-Opel) è in calo del 6,6%, Hyundai del 7%, BMW del 13,5% e Daimler (Mercedes-Smart) dell’8,1%. Al contrario, due gruppi si distinguono per l’incremento delle vendite nel mese di ottobre: ​​Renault (+ 0,2%) e FCA (Fiat-Chrysler, + 3,9%).

Ti potrebbe interessare: Mercato auto usate: il terzo trimestre in UK si chiude con un aumento del 4,4%

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento