in

Maserati MC20: in Portogallo vendute quasi la metà delle unità messe a disposizione

Ancora prima di essere presentata Maserati aveva venduto il 50% delle unità messe a disposizione per il mercato portoghese

Nuova Maserati MC20 Salone Pechino 2020

Già prima della presentazione a Lisbona della supersportiva MC20, Maserati aveva già venduto quasi il 50% di tutte le unità disponibili per il Paese, poiché dei sette modelli a due posti e 630 CV riservati al Portogallo, ne erano rimasti solo quattro. Anche così, dopo una breve presentazione ai giornalisti, è seguita una rivelazione riservata ad alcuni clienti del marchio.

Ancora prima di essere presentata Maserati aveva venduto il 50% delle unità messe a disposizione per il mercato portoghese

Protagonista dell’evento è stata ovviamente la Maserati MC20 di Maserati Corse e 2020, una supersportiva al livello di una Lamborghini Huracán o di una McLaren 600 LT. La sportiva Maserati monta un motore 3.0 V6 biturbo, che sfrutta la tecnologia ereditata dalla F1 per ottenere un’elevata potenza specifica (210 CV / litro). Dalla precamera di combustione al sistema di doppia iniezione e accensione, molte sono le innovazioni tecnologiche incorporate in questo modello della casa automobilistica del tridente.

Secondo Miguel Costa, responsabile di C. Santos VP per i marchi di lusso, tra cui Maserati, la produzione della Maserati MC20 è già iniziata a Modena, con le consegne delle prime unità destinate al mercato portoghese in arrivo nel marzo 2021, per importi che dipendono dal livello di attrezzatura richiesta dai clienti, ma sempre superiori a 269.053 euro.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Tonale, Maserati MC20, Fiat Tipo Cross e fusione FCA-PSA: le migliori news della settimana

Maserati MC20

Ti potrebbe interessare: Fa il giro del mondo il maldestro tentativo di tirare fuori dalla sabbia una Maserati Ghibli

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento