in

Maserati: la Cina diventa il primo mercato mondiale del brand

Dopo i primi 9 mesi del 2017, Maserati registra una crescita del +47% in Cina

Maserati Levante

Nonostante alcune recenti normative,che hanno comportato un calo di vendite ed un temporaneo stop per la produzione del Maserati Levante, la Cina è diventata il primo mercato mondiale per il marchio Maserati grazie ad un’incredibile crescita delle vendite realizzata a partire dal debutto del già citato Levante, disponibile sul mercato cinese dalla seconda metà dello scorso anno. Come abbiamo visto nei giorni scorsi, Maserati ha distribuito circa 36 mila unità nei primi 9 mesi del 2017 in tutto il mondo. Solo sul mercato cinese sono state distribuite, nello stesso periodo di tempo, ben 10,479 unità di Maserati.

Rispetto allo scorso anno, quando le unità vendute furono poco più di 7 mila, Maserati ha registrato una crescita percentuale del +47%. Un risultato, legato al successo del Levante, eccellente che rende la Cina il primo mercato di Maserati. Da notare che in tutto il 2016 Maserati ha raggiunto in Cina un totale di 12 mila unità vendute, un risultato che sarà, senza dubbio, superato in questo 2017. 

La crescita di Maserati in Cina è legata, naturalmente, all’avvio delle vendite del Levante, vero e proprio simbolo del nuovo corso del brand, ma anche al potenziamento della rete di vendita e distribuzione che entro la fine dell’anno in corso toccherà quota 74 dealer. Si tratta di un aspetto fondamentale per la crescita delle vendite. La limitata capacità di distribuzione, ad esempio, rappresenta uno dei freni principali, oltre ad una gamma sin troppo ridotta, per Alfa Romeo in Cina ed in altri mercati internazionali dove il marchio non era presente sino a pochi anni fa. 

Maserati Levante

Maserati: cosa potrebbe succedere nei prossimi  mesi

Il quarto ed ultimo trimestre del 2017 sarà molto importante per il futuro di Maserati in Cina. Le nuove regolamentazioni in merito alle vetture d’importazione ed il divieto delle autorità locali che impedisce ai costruttori di imporre ai dealer l’acquisto di stock di vetture rappresentano elementi che potrebbero limitare la crescita di Maserati in Cina nel corso dei prossimi mesi. 

Dopo il lancio della Ghibli restyling, che potrebbe contribuire alla crescita delle vendite della berlina in modo sostanziale, la casa italiana per diversi mesi non dovrebbe presentare particolari novità. Nel corso del 2018 si attende, anche se mancano ancora conferme in tal senso, la presentazione di due importanti varianti del Levante, la versione GTS e la prima variante ibrida. Ricordiamo che il secondo SUV di Maserati debutterà nel 2020 e sarà basato sull’Alfa Romeo Stelvio. 

Sarà, quindi, molto importante valutare come si evolveranno le vendite di Maserati nel corso dell’ultimo trimestre in Cina. E’ evidente come dalle performance del mercato cinese dipenderà anche il futuro degli stabilimenti di produzione di Maserati in Italia ed, in particolare, di Mirafiori. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulle vendite di Maserati e sui prossimi progetti che la casa italiana presenterà sul mercato.

Fonte