in

Auto robot condivisa nel futuro dei pendolari

Chi guida per recarsi al lavoro come vorrebbe la macchina

self driving

Un innamorato della guida desidera andare su strade libere per spingere in sicurezza la sua Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Ma chi guida per recarsi al lavoro quotidianamente, e per fare ritorno a casa nel traffico cittadino, come vorrebbe la macchina? Auto robot condivisa nel futuro dei pendolari. Questa la risposta. Car sharing in self-driving. La vettura che va da sé, sgravando il guidatore del compito noioso mattutino e serale. Lo conferma Fabio Orecchini, in un articolo su Repubblica, che cita i risultati del rapporto Ericsson Consumerlab 2020 sulla mobilità mondiale.

Auto robot condivisa nel futuro dei pendolari: lo studio

L’80% dei pendolari ritiene di dover tornare al precedente tragitto quotidiano al termine dell’emergenza mondiale e delle relative restrizioni. Lo studio ha coinvolto direttamente 16.000 persone, con età tra i 15 e i 69 anni, che vivono e si spostano quotidianamente in 16 grandi città del mondo, ritenute rappresentative di 130 milioni di utenti di smartphone a livello globale.

Nessun riferimento all’auto elettrica invece. Ma è presumibile che la self-driving car sia anche a batteria al 100%. Quella che unanimemente viene ritenuta la macchina del futuro.

Spostamento più lungo con la vettura robot? Va bene

Nonostante gran parte del campione viaggi per oltre 45 minuti al giorno, secondo lo studio Ericsson un pendolare su quattro sarebbe disposto ad aumentare ulteriormente il suo tempo di spostamento di ben 20 minuti pur di avere un tragitto di maggiore qualità.

Ben 3 intervistati su 5, inoltre, individuano nelle auto a guida autonoma la vera rivoluzione dell’esperienza di trasporto nei prossimi 10 anni.

Ma il coronavirus ha cambiato le carte in tavola? Il rapporto Ericsson evidenzia l’importanza di quanto sta succedendo a Chandler, in Arizona, dove la Waymo ha ripreso ad offrire il servizio dopo sette mesi di stop dovuti all’emergenza Covid. La Waymo, lo ricordiamo, è società di Google che si occupa di mobilità su veicoli a guida autonoma.

Hai le notifiche bloccate!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento