in

Alfa Romeo: ecco i dati di vendita in Europa di Giulia, Stelvio e Giulietta

Lo Stelvio è il modello più venduto ma anche quello con il calo percentuale maggiore

Alfa Romeo continua a dover fare i conti con vendite ridotte all’osso in Europa. Gli ultimi dati di vendita del marchio in Europa confermano che la strada verso una vera ripresa è ancora molto lunga. Per il rilancio sarà, infatti, necessario attendere il 2021 ed il rinnovo della gamma che partirà con il restyling di Giulia e Stelvio (con il debutto delle varianti ibride). Successivamente, nel corso del secondo semestre del 2021, è previsto il debutto dell’Alfa Romeo Tonale, il nuovo C-SUV che sostituirà la Giulietta (la cui produzione terminerà nelle prossime settimane).

Nel frattempo, le vendite di Giulia, Stelvio e Giulietta in Europa continuano ad essere ridotte. La conferma arriva dai dati definitivi del mese di luglio (quelli di agosto arriveranno il prossimo mese) che fotografano al meglio le difficoltà dei modelli del marchio italiano di generare vendite elevate. I tre modelli della gamma di Alfa Romeo sono in netto calo e, come vedremo con l’analisi dei dati, lo Stelvio, che dovrebbe trascinare il brand, continua ad attraversare un momento difficile.

Ecco i dati di vendita dei modelli Alfa Romeo in Europa al termine dei primi sette mesi del 2020:

Alfa Romeo Stelvio

Lo Stelvio si conferma essere il modello più venduto di Alfa Romeo, con ampio margine rispetto a Giulia e Giulietta. Il SUV della casa italiana ha totalizzato 1.715 unità vendute in Europa nel corso del mese di luglio facendo registrare un calo del -26% rispetto ai dati raccolti nel luglio dello scorso anno quando le vendite superarono quota 2.300 unità.

Al termine dei primi sette mesi del 2020, inoltre, lo Stelvio si porta a 8.072 unità vendute in Europa con un calo del -51.4% rispetto ai dati dello stesso periodo del 2019. Lo scorso anno, il SUV italiano superò quota 16 mila unità vendute nel corso del periodo considerato. A pesare sui risultati dello Stelvio sono, in particolare, le vendite al di fuori dell’Italia.

Sul mercato italiano, infatti, il SUV ha totalizzato 3.426 unità vendute (circa il 43% del totale) facendo registrare un calo del -46% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Da segnalare, inoltre, che lo Stelvio ha venduto, nel periodo considerato, 986 unità in Spagna (secondo mercato europeo per il SUV) con un calo del -44% e 690 unità in Germania (terzo mercato europeo per il SUV) con un calo del -47%.

Alfa Romeo Giulia

Per la Giulia, invece, le vendite in Europa a luglio risultano essere pari a 744 unità. La berlina di segmento D della casa italiana registra un calo del -15% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del luglio dello scorso anno. Si tratta, in ogni caso, di volumi molto limitati che caratterizzano modelli “di nicchia”.

Nel parziale annuo, la Giulia ha totalizzato 3.980 unità vendute in Europa facendo registrare un calo percentuale del -42% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Complessivamente, Alfa Romeo ha venduto circa 2 mila unità in meno della sua berlina.

Alfa Romeo Giulietta

In vista della fine della produzione, in programma tra ottobre e novembre molto probabilmente, la Giulietta chiude il mese di luglio con 893 unità vendute in Europa. La segmento C, lontanissima dai volumi registrati sino a pochi anni fa, cala del -30% rispetto al già molto negativo mese di luglio dello scorso anno. Al termine dei primi 7 mesi del 2020, inoltre, la Giulietta totalizza 5.480 unità vendute in tutta Europa con un calo del -47% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno.

Con la fine della produzione, le vendite della Giulietta continueranno a ridursi sino all’esaurimento delle ultime unità disponibili. Considerando l’assenza di una nuova generazione, Alfa Romeo si prepara ad abbandonare il segmento C dove farà ritorno solo il prossimo anno, con il lancio dell’Alfa Romeo Tonale.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento