in

Fiat 500 elettrica: nuove assunzioni a Mirafiori in vista della salita produttiva

FCA arricchisce la forza lavoro del sito piemontese

Nuova Fiat 500 Elettrica berlina La Prima

Come confermato alcune settimane fa da FCA ai vari fornitori, la produzione della Nuova Fiat 500 elettrica prende il via tra il mese di luglio ed il mese di agosto, con la realizzazione delle prime unità “di serie” in vista del debutto in concessionaria fissato per il prossimo mese di settembre per tutto il mercato europeo. In vista della salita produttiva, FCA ha realizzato nuove assunzioni per lo stabilimento di Mirafiori, sede di produzione della nuova Fiat 500 a zero emissioni.

La forza lavoro dello stabilimento piemontese si arricchisce di 16 addetti che verranno assunti con un contratto di apprendistato di 36 mesi. I nuovi addetti andranno ad aumentare il personale dei reparti di montaggio e lastratura. Si tratta di un piccolo segnale positivo in un periodo davvero difficilissimo per il settore industriale italiano e, in particolare, per la filiera automotive.

In merito alle nuove assunzioni, Dario Basso e Lida Mannucci della segreteria generale Fismic hanno dichiarato: “Finalmente un piccolo segnale positivo di ripresa, in un periodo di estrema negatività. Questa assunzione, seppur di piccola entità, potrebbe significare l’inizio di un risveglio produttivo delle carrozzerie torinesi. La Fismic Confsal, ora più che mai, si impegnerà ad accompagnare questo processo di ripresa, nella speranza di veder realizzatesi le legittime istanze dei lavoratori e la piena occupazione.” 

Il progetto della nuova Fiat 500 elettrica rappresenta un elemento fondamentale del il polo industriale torinese di FCA. La prima elettrica del gruppo ha dato il via a importanti investimenti per Mirafiori e potrebbe garantire una sostanziale crescita dei livelli occupazionali nel corso dei prossimi mesi, in parallelo alla crescita dei livelli produttivi.

Fiat 500 France edition

Fiat 500 elettrica: si punta a 60-70 mila unità prodotte nel 2021

Il progetto della nuova Fiat 500 elettrica è davvero molto ambizioso. FCA, nonostante la crisi del mercato, punta a raggiungere un target di 60-70 mila unità prodotte nel corso del 2021. Si tratta di un dato molto vicino al target delle 80 mila unità prodotte all’anno a cui l’azienda puntava prima della crisi legata alla pandemia.

I piani produttivi della nuova Fiat 500 elettrica sono oramai definiti. La city car sarà in circa 15 mila unità nel corso del 2020. La salita produttiva è prevista per il periodo compreso tra novembre e dicembre in cui verranno prodotti circa i 2/3 degli esemplari previsti per il 2020. FCA “smaltirà” gli ordini de La Prima, la launch edition.

Al momento, siamo ancora in attesa della presentazione della gamma completa della nuova 500. L’evento previsto per il 4 luglio è stato rimandato e potrebbe essere necessario attendere il prossimo mese di settembre per scoprire il prezzo e le caratteristiche della versione base della nuova city car a zero emissioni.

Per il 2021, inoltre, la 500 elettrica dovrebbe arrivare anche in versione quattro porte. Questa nuova configurazione, nota anche come Trepiuno, presenterà una sola porta posteriore, con apertura “contro vento”, posizionata sul lato del passeggero. Maggiori dettagli sull’arrivo di questa nuova variante potrebbero emergere nel corso delle prossime settimane. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla nuova elettrica di Fiat.