in

Mercato auto in Europa: -56,8% registrato a maggio 2020

FCA è riuscito a vendere solo 101.498 nuove auto durante tutto il mese scorso

Mercato auto Italia

In seguito al lockdown causato dal coronavirus, maggio 2020 è stato il mese della ripartenza in diversi paesi europei. Nonostante ciò, il settore automobilistico fa fatica a riprendersi. Questo viene dimostrato dalle immatricolazioni registrate il mese scorso in tutti i principali paesi dell’Unione Europea.

In particolare, le vendite di nuove auto sono calate del 56,8% nei paesi dell’UE, nel Regno Unito e nell’area EFTA (Islanda, Norvegia e Svizzera) con 623.812 unità vendute rispetto alle 1.444.173 registrate a maggio 2019.

Mercato auto Italia
Mercato auto, l’apertura delle concessionarie nella Fase 2 non ha portato alcun effetto positivo

Mercato auto: circa 624.000 nuovi esemplari venduti a maggio 2020 in tutta l’UE

Prendendo in considerazione i primi cinque mesi del 2020, il calo registrato è pari al 42,8% a 3.969.714 rispetto alle 6.936.184 nuove auto registrate nello stesso periodo ma dello scorso anno. Le nazioni ad aver avuto più difficoltà sono state Spagna e Regno Unito che hanno perso, rispettivamente, il 72,7% e l’89% rispetto a maggio 2019. In Italia, Germania e Francia, invece, la percentuale si avvicina al 50% circa.

Nessuna casa automobilistica è riuscita ad ottenere dei buoni risultati. Mitsubishi è stato il marchio automotive meno in difficoltà con una diminuzione registrata pari al 48,1%. Il gruppo Volkswagen ha perso il 56,7% con vendite di nuove auto pari a 155.772 rispetto alle 360.044 immatricolate lo scorso anno.

Al terzo posto abbiamo PSA con 95.441 vetture vendute (-59,7%) mentre in quarta posizione c’è il gruppo Renault con 71.363 (-53,7%). Al quinto posto abbiamo FCA che ha registrato una flessione del 56,6%, passando da 101.498 nuove auto vendute a sole 44.099.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento