in ,

FCA: vendite in calo del -34% in Europa nel primo trimestre del 2020

L’emergenza Coronavirus condiziona il mercato europeo

L’emergenza sanitaria in corso ha causato un calo delle vendite del -55% nel corso del mese di marzo in Europa. Il primo trimestre per il mercato delle quattro ruote europeo si chiude, quindi, con un vendite in calo del -25.6% e con la consapevolezza che anche i prossimi mesi saranno estremamente difficili per tutto il settore e che una ripresa potrebbe arrivare soltanto nel corso della seconda parte dell’anno.

Anche per FCA il primo trimestre è fortemente negativo in Europa. Il gruppo, infatti, chiude il mese di marzo con un totale di 22 mila unità vendute e un calo del -76% rispetto ai risultati ottenuti nel corso dello stesso periodo dello scorso anno. A pesare sui dati di FCA è chiaramente il crollo registrato dal mercato italiano colpito più duramente di tutti dall’emergenza Coronavirus.

Il primo trimestre del 2020 si chiude, invece, con un totale di 158 mila unità vendute e con un calo del -34% rispetto ai risultati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Per il gruppo FCA, la quota di mercato complessiva è del 6.4%, in calo rispetto al 7.2% registrato lo scorso anno dopo i primi tre mesi.

FCA, a causa dell’impatto del mercato italiano, fa peggio dell’intero mercato europeo per quanto riguarda il calo percentuale rispetto allo scorso anno. Al termine del primo trimestre dell’anno, l’azienda è il sesto gruppo per unità vendute complessive alle spalle di Volkswagen, PSA, Renault, Hyundai e BMW ma davanti a Toyota, Daimler e Ford.

Tra i primi dieci gruppi del settore auto in Europa, il calo percentuale fatto registrare da FCA nel corso del primo trimestre è tra i peggiori. L’azienda, infatti, fa meglio soltanto di Ford, in calo del .-37.9%, e di Renault, in calo del -35.5%. Dati negativi anche per PSA che si ferma al -32% con un totale di 396 mila unità vendute. Fortifica la sua leadership Volkswagen che perde “appena” il -19% raggiungendo quota 660 mila unità vendute.

Vendite in calo per tutti i brand di FCA

Il calo di vendite fatto registrare da FCA coinvolge tutti i brand del gruppo, a partire dal marchio Fiat che si ferma a 114 mila unità vendute nel corso del primo trimestre con un calo del -31% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Da segnalare anche il forte calo registrato da Jeep, che si ferma a 24 mila unità vendute con una riduzione delle vendite del -43.7%.

In calo anche il marchio Lancia che termina il trimestre con quasi 13 mila unità vendute e con un calo del -31,5% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. Come visto nel nostro articolo d’approfondimento pubblicato oggi, Alfa Romeo chiude il trimestre con meno di 7 mila unità vendute in Europa e con un calo del -46% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno.

Per FCA, così come per tutti gli altri gruppi del settore automotive, anche il trimestre iniziato ad aprile sarà, inevitabilmente negativo. Il mercato auto è tra i più colpiti dall’emergenza sanitaria ed economica in corso con le vendite dei nuovi modelli che, nonostante i tentativi dei vari brand di sostenere la vendita online, sono praticamente ferme.

Per una ripresa generale sarà necessario attendere, molto probabilmente, il secondo semestre nella speranza che l’emergenza sanitaria termini o, quanto meno, venga tenuta sotto controllo. I dati di vendita del secondo trimestre dell’anno saranno quindi davvero poco indicativi così come avvenuto con i dati del mese di marzo che hanno condizionato i risultati del primo trimestre.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento