in ,

Alfa Romeo: nuovo crollo delle vendite a gennaio in Europa

Il primo mese del 2020 si chiude con consegne in calo del -30%

Alfa Romeo vendite

Dopo aver chiuso il 2019 con un calo del -35% delle vendite in Europa, il 2020 per Alfa Romeo prende il via sulla stessa scia. Il marchio italiano, infatti, ha fatto registrare un nuovo drastico calo delle vendite in Europa nel corso del mese di gennaio 2020, confermando il momento difficilissimo che sta attraversando e la necessità di nuovi progetti per espandere la sua presenza sul mercato continentale.

Il mese di gennaio 2020 si chiude con un totale di 3,395 unità vendute per Alfa Romeo in Europa. Il marchio italiano registra un calo di circa 1.500 unità rispetto ai dati del gennaio dello scorso anno che si era chiuso con un calo del -35% rispetto ai dati del mese di gennaio del 2017. Due anni, Alfa Romeo consegnò nel primo mese dell’anno oltre 7 mila unità in Europa.

Il confronto tra il 2020 ed il 2019 conferma che il marchio italiano ha fatto registrare un calo percentuale del -30% in termini di unità vendute. Il mercato europeo (UE+ UK + Efta) registra un calo del -7%. Questo risultato comporta un calo della quota di mercato per Alfa Romeo che passa dallo 0.4% allo 0.3%

Vendite Alfa Romeo: numeri in calo in tutti i principali mercati europei

Alfa Romeo ha venduto più della metà dei veicoli (circa il 53% del totale) in Italia dove il marchio ha chiuso con un calo percentuale del -27%. Dando uno sguardo alle vendite al di fuori del nostro Paese, in molti casi la situazione diventa ancora peggiore con risultati decisamente negativi che confermano il momento difficile del marchio.

In Germania, secondo mercato europeo di Alfa Romeo, le vendite si sono ferma te a 254 unità con un calo del -17.8% rispetto ai dati raccolti nel gennaio del 2019. Nel confronto con il 2018, inoltre, le vendite di Alfa Romeo sul mercato tedesco si sono praticamente dimezzate con una quota di mercato che resta fissa allo 0.1%.

Malissimo, invece, in Francia dove Alfa Romeo tocca il suo minimo storico con appena 164 unità vendute ed un calo del -35% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del mese di gennaio dello scorso anno. Nel gennaio del 2018, invece, Alfa Romeo distribuì in Francia quasi 600 unità, un dato che conferma la drastica riduzione delle consegne per il brand.

Dati negativi anche nel Regno Unito dove le consegne si sono fermate ad appena 202 unità con un calo del -32.4% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del mese di gennaio dello scorso anno. Tracollo in Spagna con le vendite che si fermano a 265 unità facendo registrare un calo del -40% rispetto all’anno precedente (nonostante lo Stelvio registri una crescita del 25% con oltre 200 unità consegnate).

Forte calo anche in Svizzera. Sul mercato elvetico, infatti, Alfa Romeo si ferma a 160 unità vendute con un calo del -40% rispetto all’anno precedente e con una quota di mercato che scende al di sotto dell’1% (lo scorso anno era all’1.3%) fermandosi ad appena lo 0.9%. Da segnalare il -16% in Belgio dove le consegne si sono fermate a 131 unità.

Cosa aspettarsi per i prossimi mesi

Alfa Romeo deve fare i conti con la fine della produzione della Giulietta, programmata per il mese di marzo, che porterà ad una drastica riduzione delle consegne nel corso del 2020. Nei prossimi mesi, infatti, la gamma di Alfa Romeo sarà composta esclusivamente da due modelli, Giulia e Stelvio, ed i numeri continueranno ad essere negativi.

L’arrivo in tutta Europa del Model Year 2020 di Giulia e Stelvio potrebbe dare un po’ di ossigeno al marchio che potrebbe riuscire a compensare l’uscita dal listino della Giulietta. Molto probabilmente, in ogni caso, l’apporto del Model Year 2020 dei due modelli di casa Alfa Romeo sarà abbastanza limitato.

Bisognerà attendere il debutto dell’Alfa Romeo Tonale per sperare in un’inversione di tendenza. Il nuovo C-SUV della casa italiana dovrebbe essere pronto per la commercializzazione tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021. Il debutto ufficiale della versione di serie potrebbe avvenire  al Salone di Ginevra di inizio marzo. Continuate a seguirci per saperne di più.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

7 Commenti

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero
  1. per me la giulia e la stelvio sono due grosse macchine, ha dal dna alfa romeo nel sangue, cosa si puo chiedere di piu? ah chiaro aspettano che sia meno costosa, ma siamo parlando dell’alfa romeo un marchio storico e premium come le concorrente tedesche, oppure che ci pensano alcuni, che alfa romeo è un marchio di ingresso di gamma? sbagliato

  2. In Belgio vendono solo la giulia super e sprint, anche stelvio super e sprint, la TI e veloce non ci sono e per esempio i nuovi colori verde Visconti non ci sono, anche il sistema di ricarica per il smartphone lo puoi solo ottenerlo con la sprint

Lascia un commento