in

Fiat Tipo: con il restyling potrebbe arrivare anche una versione plug-in hybrid

Il debutto è fissato per il 2020

La gamma Fiat Tipo si appresta ad entrare nella seconda metà del suo ciclo vitale. La famiglia di segmento C, composta dalle varianti 4 Porte, 5 Porte e Station Wagon, riceverà entro la fine del 2020 un importante aggiornamento che, di fatto, segnerà l’atteso restyling di metà carriera della vettura.

Secondo alcune indiscrezioni, la nuova Fiat Tipo restyling potrebbe debuttare ad aprile in occasione del Salone dell’auto di Istanbul 2020. Ricordiamo, infatti, che la Tipo viene prodotta in Turchia per poi essere esportata in buona parte dei mercati dell’area EMEA con volumi di vendita decisamente elevati (anche se in Europa si è registrato un calo notevole nel 2019).

Tra le novità del restyling della Fiat Tipo potrebbe esserci il debutto di una variante plug-in hybrid che potrebbe utilizzare le stesse soluzioni tecniche che caratterizzeranno la prima ibrida “europea” del gruppo FCA, ovvero la nuova Jeep Renegade PHEV che dovrebbe debuttare sul mercato nel corso della primavera (il crossover viene prodotto nello stabilimento italiano di Melfi).

La Tipo plug-in hybrid potrebbe rappresentare un progetto molto interessante per il mercato europeo dove le segmento C elettrificate sono in costante crescita. Mantenendo la filosofia dei prezzi contenuti, la Tipo con sistema ibrido plug-in potrebbe rappresentare una buona aggiunta per la gamma Fiat.

Ricordiamo che, al momento, il marchio Fiat non avrebbe ancora preso una decisione in merito alla realizzazione della Fiat 500X PHEV, un altro modello che potrebbe arricchire nel corso dei prossimi anni l’offerta ibrida del brand.

Le altre novità della Fiat Tipo restyling

In attesa di ulteriori conferme ufficiali, possiamo già anticipare che il restyling di metà carriera andrà a confermare tutte e tre le varianti della Fiat Tipo introducendo anche un importante aggiornamento del design e dei contenuti. In particolare, l’abitacolo interno potrebbe essere protagonista di un importante aggiornamento per permettere alla segmento C di ridurre il gap con le dirette concorrenti per quanto riguarda la tecnologia e la dotazione di serie.

Fiat Tipo cambio automatico

In attesa di capire se ci sarà una variante PHEV, è confermata invece la presenza di motorizzazioni mild hybrid a 48 V che rappresenteranno il punto di riferimento della gamma Fiat Tipo a partire dal 2021. I motori mild hybrid che troveranno spazio nella gamma Tipo saranno prodotti, molto probabilmente, a Termoli dove è appena stato annunciato l’avvio dei lavori di preparazione per la realizzazione di motori di nuova generazione. 

La segmento C non abbandonerà il diesel (ricordiamo che i motori diesel di FCA saranno presto aggiornati per adeguarsi ai nuovi standard sulle emissioni).

La nuova generazione (forse anche in versione SUV) sarà realizzata su una piattaforma PSA

Il restyling in arrivo nei prossimi mesi rappresenterà l’ultimo importante aggiornamento per la gamma Fiat Tipo. Successivamente, la segmento C del marchio italiano uscirà di scena lasciando spazio ad una nuova generazione che dovrebbe mantenere lo schema a tre varianti e potrebbe proporre anche un‘inedita versione SUV. 

La nuova Tipo, che potrebbe continuare ad essere prodotta in Turchia, utilizzerà una piattaforma di PSA. Ricordiamo, infatti, che il nuovo gruppo “FCA – PSA” prevede di coprire circa i 2/3 delle vendite complessive utilizzando solo due piattaforme modulari (una small ed una compact/mid-size). Entrambe le piattaforme arriveranno in dote dal gruppo PSA (la small sarà la nuova CMP mentre la compact/mid-size dovrebbe derivare dall’attuale EMP2).

Una nuova Tipo potrebbe arrivare soltanto dopo il 2022.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento