Ferrari: Wolff e Lauda la temono

Ferrari: Wolff e Lauda la temono

La Mercedes nel 2016 sarà ancora il team da battere, con davanti a tutti Lewis Hamilton e il suo compagno Nico Rosberg.  La Ferrari oggi è la squadra più accreditata a competere con le frecce d’argento. Il gap comunque appare ancora marcato anche se dal clan Mercedes sono già in molti a temere la Rossa in vista della nuova stagione di Formula Uno.

Toto Wolff

Il direttore esecutivo della Mercedes, Toto Wolff, è il primo a prendere in concreta considerazione un ritorno delle Rosse ai vertici del Mondiale F1: “La Ferrari ha fatto un grande passo avanti a partire dal 2014 e considerando i risultati pensiamo che potrebbe essere una rivale per il 2016. Prendiamo la Ferrari come minaccia molto sul serio. La concorrenza è buona e importante per la F1. La Ferrari è la nostra migliore nemica”. Ecco quanto riportato su Crash.net

Toto Wolff ha inoltre aggiunto di aver pensato che la Ferrari avrebbe potuto sfidare la Mercedes già durante la scorsa stagione, pertanto diventa basilare fare un buon lavoro il prossimo inverno.

 Niki Lauda

Il presidente non operativo della Casa di Stoccarda, Niki Lauda, ritiene che la Ferrari ha recuperato tanto e può crescere ancora con Sebastian Vettel, ma mette in risalto come il suo team è conscio su dove intervenire, per conservare il gap che aveva lo scorso anno.

Niki Lauda , in una intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport, in merito al ritorno ai vertici della Rossa, ha dichiarato: “La Ferrari è tornata la Ferrari e si è visto in che modo è riuscita a recuperare terreno da un anno all’altro. Vettel ci ha dato dei pensieri, è stato veloce, ha vinto, la sua fame è aumentata. Il margine di miglioramento si è dunque assottigliato. Però abbiamo più esperienza degli altri e sappiamo dove intervenire per tenere il margine che avevamo sino all’ultima gara. Penso che le prime tre corse del 2016 ci diranno come andrà l’intera stagione”.

Kimi Raikkonen

Un paio di anni difficili a bordo della Rossa per Kimi Raikkonen, convinto comunque di poter tornare ad alti livelli nella prossima stagione di Formula Uno: “Non sono diventato improvvisamente un pilota peggiore ma si sa cosa pensa la gente in Formula 1. Quando farò di nuovo una buona gara mi loderanno, poi ne farò una brutta e sarà la stessa cosa.  Mi aspetto di tornare forte in futuro, è quello per cui lavoriamo, e sono sicuro che i cambiamenti sulla macchina mi aiuteranno”.

È quanto si augurano tutti i tifosi di Maranello.

  • OSCAR

    E se la piantassimo di autocelebrarci…?… magari facendo i fatti, e vincendo le varie gare non saltuariamente, ma più spesso? Piaccia o no, ancora oggi, la Mercedes è la più prestazionale!: e fanno i fatti in silenzio!… Meno chiacchere e + fatti!