in

Alfa Romeo SZ: l’esemplare n°401 verrà proposto all’asta

Poco più di 13.000 km percorsi per questa speciale Sprint Zagato

Alfa Romeo SZ 1991 asta

L’Alfa Romeo SZ, anche conosciuta come Sprint Zagato o ES-30 (Experimental Sportscar 3.0 litres), è un’auto prodotta dal Biscione in collaborazione con Zagato fra il 1989 e il 1991. In totale, la casa automobilistica costruì 1036 esemplari presso il suo stabilimento di Terrazzano di Rho.

L’obiettivo principale di questa particolare vettura era quello di sbalordire le persone sfruttando le sue forme esterne studiate per usufruire al meglio dell’effetto suolo. Oltre a questo, l’Alfa Romeo SZ rimase per un lungo periodo l’ultima vettura del marchio di FCA ad essere commercializzata con la trazione posteriore.

Alfa Romeo SZ 1991 asta
Alfa Romeo SZ interni

Alfa Romeo SZ: RM Sotheby’s metterà all’asta un esemplare praticamente perfetto

In occasione di un’asta che si terrà in Arizona il prossimo 16-17 gennaio 2020, RM Sotheby’s proporrà in vendita un esemplare proprio di questa vettura (esattamente il n°401) del 1991 in condizioni perfette. Secondo quanto riportato dalla descrizione dell’annuncio, il modello in questione ha percorso poco più di 13.000 km.

Come detto poco fa, l’esemplare che verrà messo in vendita il mese prossimo è il numero 401 dei soli 1036 costruiti. A parte il rosso Alfa Romeo e il tetto nero, l’Alfa Romeo SZ in questione dispone di alcune modifiche che permettono di sfruttare al massimo il telaio bilanciato. Troviamo un sistema di sospensioni moderno e dei freni Wilwood abbinati a cerchi Image da 17″ nello stesso stile di quelli originali da 16″.

Alfa Romeo SZ 1991 asta
Alfa Romeo SZ, motore V6 Busso da 3 litri

Internamente, invece, troviamo dei sedili da corsa Sparco con cinture a cinque punti rivestiti in pelle marrone. Il pacchetto interno si completa con un pomello del cambio aftermarket e un volante Momo. Questa eccezionale Sprint Zagato del 1991 è stata conservata per un lungo periodo come show car dal suo precedente proprietario in Giappone, il che giustifica i soli 13.200 km percorsi.

Robert Opron del Centro Stile Fiat fu responsabile dei bozzetti iniziali di quest’auto grazie alla collaborazione della carrozzeria Zagato mentre Antonio Castellana si occupò principalmente dell’abitacolo e delle finiture finali. Sia la meccanica che il pianale della Experimental Sportscar 3.0 litres provengono dalla 75 Turbo IMSA.

Ciò significa che sotto il cofano troviamo un motore V6 Busso da 3 litri capace di sviluppare una potenza di 210 CV e 245 nm di coppia massima. Grazie a questo propulsore, l’Alfa Romeo SZ era in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 7 secondi e di raggiungere una velocità massima pari a 245 km/h.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI