in

Alfa Romeo Giulia Spider 1600 Veloce: all’asta l’icona anni Sessanta

Auxietre & Schmidt fissa un prezzo base di 145mila euro

Alfa Romeo Giulia Spider 1600 Veloce

In commercio si trovano centinaia di auto d’epoca. Molte spiccano per originalità, stile ed eleganza. Tuttavia, anche gli alfisti meno incalliti condivideranno su quanto sia meravigliosamente bella l’Alfa Romeo Giulia Spider 1600 Veloce. E oggi arriva un grande annuncio per gli amanti delle quattro ruote, infatti questo esemplare Auxietre & Schmidt lo batterà all’asta.

Poi, chiaro, per costare costa e tanto: ci aggiriamo sui 145mila euro, ma per chi ha buona disponibilità economica questo dettaglio potrebbe essere comodamente trascurabile. Si tratta, infatti, di un affare, pensando che mettereste le mani su un pezzo di storia dell’automobilismo, degno di finire in un qualche museo dedicato al design.

Alfa Romeo Giulia Spider 1600 Veloce: battuto all’asta

Attenzione, la pensione è solo una possibilità perché, qualora lo volesse, la Giulia Spider 1600 Veloce sfreccerebbe in pista senza problemi. Il motore è ancora in ottimo stato, coi cilindri riportati alla condizione di un tempo e poi la linea aerodinamica è semplicemente stupenda. Anche il cambio appare in condizioni perfette, a tal punto che il venditore garantisce le prestazioni su strada saranno le stesse di quelle garantite appena lasciata la fabbrica, parecchi decenni fa. Correvano gli anni ‘60.

Briosa con un certo contegno

Basta posare per qualche istante lo sguardo sulla carrozzeria e il cuore batte all’impazzata. Sovviene immediatamente il nome di chi l’ha progettata, vale a dire Pininfarina. I tratti peculiari combinano sportività e classicità, un’impronta che negli anni ha caratterizzato e conferito un’anima forte nonché riconoscibile al Biscione. Gli interni ricordano un salotto di metà secolo, col rosso acceso, le cuciture evidenti, la pelle lucide e resistente. Tutto rimanda ai materiali e allo spirito vissuto nelle corse, nei circuiti, anche se è innegabilmente più sobrio e misurato. E di questo i fan se ne saranno certamente già accorti.

La più veloce delle Giulia

La realizzazione del modello in questione è quantomeno curiosa: la vecchia Giulia subì un potenziamento, con un’aerodinamicità maggiore e un’iniezione di cavalli – da 80 a 92 Cv – con la velocità di punta che venne portata a lambire i 180 km/h. Sulla Giulia Spider integrarono un cambio a cinque marce, rimasto in produzione fino al 1966. Poi, “chiusa bottega”, i “pezzi” finali ricevettero la meccanica “Spider Veloce”, con l’unità Sprint Speciale da 129 Cv, rendendole le più veloci di tutte le Giulia nonché tra le più potenti in assoluto nell’emisfero delle scoperte. Per tale ragione, per il potenziamento sopraggiunto a ciclo quasi finito, l’Alfa Romeo Giulia Spider Veloce è tanto rara, apprezzata dai collezionisti.