in

Milano, il cavalcavia Serra – Monteceneri diventa un giardino?

Idea per sconfiggere traffico e smog, e per combattere lo smog e il rumore

Ponte Cavalcavia Monteceneri sotto

A Milano, il cavalcavia Serra-Monteceneri è famoso per due ragioni. Primo: miete una quantità industriale di vittime fra gli automobilisti, con gli autovelox che martellano a più non posso. Le sanzioni per eccesso di velocità sono innumerevoli. Secondo: chi abita in quella zona si lamenta, a ragione, per il rumore delle auto che passano sul ponte e per lo smog che entra nelle case. Tanto che il Comune di Milano ha piazzato gli autovelox per sicurezza stradale, per far calare l’inquinamento atmosferico e per combattere quello acustico. Ma ora a Milano il cavalcavia Serra-Monteceneri potrebbe addirittura diventare un giardino.

Cavalcavia Serra-Monteceneri: molto vecchio

Il problema nasce dal fatto che il cavalcavia Serra-Monteceneri è un’infrastruttura vecchia: risale agli anni 1950, quando all’ombra della Madonnina scorrazzavano macchinine tranquille, in una città che viveva serena e serafica il suo quotidiano, in attesa di un favoloso boom economico negli anni 1960. All’epoca, funzionò alla grande, andando a fluidificare il traffico veicolare in zona Fiera Milano (piazzale Lotto). Oggi invece la città meneghina esplode in tutto e per tutto: troppi mezzi pesanti, un numero gigantesco di auto che si accalca per stare fuori dall’Area C, con l’Area che è andata ulteriormente a complicare la situazione. 

Cavalcavia Monteceneri Serra Milano
Cavalcavia Monteceneri Serra Milano

Quale soluzione

La risposta al problema pensa di averla data lo scorso 17 ottobre il Consiglio comunale di Milano. Che ha approvato un progetto nel Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile. Basta col solito traffico veicolare; via libera solo a bus, taxi, bici e pedoni sul cavalcavia Serra-Monteceneri. Non solo: c’è un emendamento (una proposta di modifica) speciale. obiettivo: trasformare la sopraelevata in un giardino pensile. Un’area di suolo vegetale, cioè, che non ha contatto col suolo naturale. L’idea arriva dalla High Line di New York. E dal progetto (solo quello, non concretizzatosi in realtà) del Garden Bridge di Londra desiderato da Boris Johnson. Oggi premier in Inghilterra, ieri sindaco londinese.

Cosa diventerebbe il cavalcavia Serra-Monteceneri

Se l’idea venisse attuata, il cavalcavia Serra-Monteceneri diverrebbe un parco urbano lineare di 3 ettari, lungo 2 km e largo 15 metri. Un po’ come volevano i Genitori antismog nel 2015. Sentiamoli: “Trasformare il cavalcavia Serra-Monteceneri in un giardino pensile sarebbe più economico e sostenibile rispetto all’ipotesi di abbatterlo. E creerebbe un nuovo parco lineare. Lo abbiamo proposto con le nostre osservazioni, e ora l’idea sta diventando sempre più concreta”. Qualcosa di analogo lo aveva concepito Urbanlife nel 2017: infatti, la nostra foto proviene dal loro archivio. Secondo Urbanlife, trasformare in passeggiata verde questo “mostro” in cemento armato in mezzo alle case non è poi così male: sarebbe uno spazio per la gente, dove sostare, camminare, passeggiare, anche se si è sopra il traffico del viale sottostante.

Giardino sopra Cavalcavia Monteceneri Milano Progetto riqualifica

Quale alternativa

Al posto del giardino, il cavalcavia potrebbe essere demolito per far tornare i due viali (Serra e Ceneri) com’erano prima degli anni Cinquanta, con il filare d’alberi e magari la corsia preferenziale della 90/91. Ma i costi dell’abbattimento sarebbero elevatissimi. E non si avrebbe lo spazio verde che riqualifica la zona, facendo anche salire di valore gli immobili.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento