in

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: il restyling potrebbe debuttare al Salone di Los Angeles 2019, le varianti ibride nel 2020

Ecco quando potrebbero arrivare le prossime novità per Giulia e Stelvio

E’ oramai quasi tempo di restyling per l’Alfa Romeo Giulia e per l’Alfa Romeo Stelvio. Come già confermato nelle scorse settimane, le nuove versioni dei due modelli di segmento D della casa italiana dovrebbero essere pronti per il debutto ufficiale nel corso del prossimo mese di novembre con un possibile avvio delle vendite tra dicembre e i primi mesi del 2020.

Stando alle ultime indiscrezioni di queste ore, sembrerebbe che Alfa Romeo abbia deciso di presentare le nuove Giulia e Stelvio restyling in occasione dell‘edizione 2019 del Salone dell’auto di Los Angeles che prenderà il via il prossimo 23 di novembre. Al momento, non ci sono conferme in merito ad un possibile evento di presentazione delle nuove versioni di Alfa Romeo Giulia e Stelvio in Italia. 

Alfa Romeo potrebbe decidere di sfruttare la vetrina del Salone di Los Angeles, che in questi ultimi anni è diventato un evento di primissimo piano per il mondo delle quattro ruote internazionale (ricordiamo che lo Stelvio è stato presentato in anteprima assoluta proprio a Los Angeles quasi tre anni fa), per supportare, al meglio, il lancio del restyling di Giulia e Stelvio. 

Le novità del restyling 

A meno di sorprese, il restyling in arrivo per l’Alfa Romeo Giulia e l’Alfa Romeo Stelvio sarà molto leggero. All’esterno, infatti, le novità potrebbero essere davvero limitate, con pochissime modifiche alla carrozzeria ed un’integrazione alla dotazione di serie. Le principali novità per i due modelli della casa italiana riguarderanno l’abitacolo interno.

Le nuove versioni di Giulia e Stelvio dovrebbero presentare un display touch da 8.8 pollici posizionato all’interno della plancia e presente, probabilmente, già dagli allestimenti base. L’utente potrà interagire con il display sfruttando esclusivamente comandi di tipo touch mentre saranno eliminati manopole e tasti fisici. 

Da notare, inoltre, il possibile debutto di un nuovo sistema di infotainment che dovrebbe introdurre diverse nuove funzionalità con l’obiettivo di rendere le due vetture di casa Alfa Romeo ancora più “smart” andando a ridurre al minimo il gap esistente, ad oggi, con le dirette rivali e attirando, potenzialmente, un numero di clienti molto elevato. 

A completare le novità per l’abitacolo interno dovrebbe esserci anche un leggero restyling generale con tante piccole modifiche ai controlli ed alla plancia con l’obiettivo di rinnovare, al massimo, gli interni. Da segnalare, inoltre, un possibile potenziamento della dotazione per quanto riguarda i sensori di assistenza alla guida con il debutto di un pacchetto specifico per la guida autonoma di livello 2.

Tra le novità in arrivo ci saranno anche i nuovi vetri stratificati, per migliorare il comfort di bordo, e nuove tinte per la carrozzeria e per gli interni, che permetteranno di incrementare le possibilità di personalizzazione dei due modelli della casa italiana. 

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: le varianti ibride solo nel 2020

Continua il silenzio sulle versioni ibride di Giulia e Stelvio. A distanza di meno di due mesi dal possibile debutto dei restyling dei due modelli, infatti, non sono ancora emerse informazioni precise in merito al debutto delle varianti elettrificate che, senza dubbio, faranno parte del futuro dei due modelli Alfa Romeo.

L’ipotesi più realistica, ad oggi, vede un possibile debutto delle varianti mild hybrid di Giulia e Stelvio per il 2020. Le versioni elettrificate dei due modelli Alfa Romeo potrebbero essere presentate in occasione del Salone dell’auto di Ginevra o comunque nel corso della prima parte del prossimo anno per poi arrivare sul mercato entro la fine del primo semestre.

Alfa Romeo Stelvio giulia offerte

Il restyling in arrivo a novembre, invece, non dovrebbe introdurre sostanziali novità per quanto riguarda la gamma di motorizzazioni. Giulia e Stelvio continueranno a poter contare sul 2.0 turbo benzina e sul 2.2 turbo diesel a cui si affianca il 2.9 V6 delle Quadrifoglio. E’ possibile, ma al momento non ci sono ancora conferme, che il 2.0 turbo benzina possa registrare il debutto di una variante più potente (attualmente il motore è disponibile solo nelle varianti da 200 e 280 CV). Per ora non hanno trovato conferme i rumors legati ad una nuova versione entry level della Giulia con motore 1.3 turbo da 180 CV. 

Per ora, in ogni caso, non ci resta che restare in attesa dell’arrivo di maggiori informazioni sui due modelli Alfa Romeo e sulle novità in arrivo nel corso delle prossime settimane.