in

Auto elettriche: le immatricolazioni continuano a crescere

Il 41% delle immatricolazioni di vetture a zero emissioni sono state fatte da clienti privati

Auto elettriche licenziamenti

Nei primi 8 mesi del 2019 sono state immatricolate ben 6453 auto elettriche nel nostro Bel Paese. Si tratta del 109% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati diffusi dall’UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), però, rivelano che il futuro di questo segmento sarà ancora più roseo.

Anche se si è verificato un notevole incremento delle vendite nel periodo gennaio-agosto, le auto a zero emissioni rappresentano ancora una percentuale parecchio bassa del mercato totale (0,5%). Entrando più nello specifico, il 41% delle immatricolazioni sono state fatte da clienti privati mentre il 30,7% rappresenta il noleggio a lungo termine.

Auto elettriche vendite Anfia
Auto elettriche, la quota detenuta resto ancora bassa rispetto al totale

Auto elettriche: oltre 6000 modelli a zero emissioni spediti nei primi 8 mesi

Negli ultimi 8 mesi, svela ancora l’UNRAE, sono stati venduti 26 diversi modelli di vetture 100% elettriche contro i 22 del 2018. Lo studio, presentato in occasione della Settimana Europea della Mobilità, riporta che il 72,4% delle vendite di auto elettriche riguarda gli uomini (sempre nel mercato privato). Parliamo del 13,2% in più rispetto ai numeri raggiunti dagli altri tipi di alimentazione. La fascia d’età più rappresentativa è quella 46-55 anni (32,8%).

Dal punto vista geografico, l’analisi condotta dall’UNRAE rivela che 3 immatricolazioni di auto elettriche su 4 avviene al nord mentre Roma è la città dove si verificano maggiori vendite. Tuttavia, bisogna considerare che le consegne dei veicoli a zero emissioni sono scese nella capitale rispetto al 2018.

Auto elettriche ricarica

Un altro dato interessante rivelato dal report riguarda il tipo di vettura che viene data in permuta per l’acquisto di un modello green. Nei primi 5 mesi del 2019, il 45% delle auto date in permuta erano diesel, il 35% a benzina e il 10% altri veicoli elettrici. Da notare quest’ultimo dato dovuto alle case automobilistiche che applicano delle politiche commerciali vantaggiose per i già possessori di un veicolo full electric.

In conclusione, lo studio di UNRAE rivela che nel periodo gennaio-maggio sono stati fatti 422 passaggi di proprietà senza contare le minivolture dei concessionari.