in

Luigi Di Maio conferma la volontà di revocare le concessioni delle autostrade

I Benetton avrebbero tralasciato di svolgere le opere di manutenzione necessarie per il Ponte Morandi

Autostrade

Luigi Di Maio, capo politico del Movimento 5 Stelle è tornato a parlare della revoca delle concessioni delle autostrade ai danni di Autostrade per l’Italia SpA, dopo le 9 misure di custodia cautelare ottenute per via del crollo del Ponte Morandi avvenuto il 14 agosto 2018 (il quale ha portato la morte di 43 persone e svariati feriti).

Il nuovo ministro degli affari esteri ha ribadito la volontà del suo partito di proseguire nel percorso di togliere le concessioni alla famiglia Benetton. Quest’ultima, afferma il politico del M5S, avrebbe tralasciato di svolgere le opere di manutenzione necessarie per mantenere in ottimo stato il viadotto.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio, capo politico del Movimento 5 Stelle

Autostrade: Di Maio sottolinea ancora una volta la volontà di togliere le concessioni autostradali ai Benetton

Luigi Di Maio ha detto: “Noi andiamo avanti con la volontà di revocare le concessioni autostradali ai Benetton, ovvero a quella azienda che non ha manutenuto il Ponte Morandi”. Con il suo intervento sul tema alla Scuola Open di Rousseau, il ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale del nuovo governo Conte II ha affermato che il Partito Democratico sarebbe disposto a rivedere le concessioni per il tratto genovese.

Più precisamente, Di Maio ha riportato: “Mi fa piacere che anche nel PD non sia più un tabù, bene questo è un ulteriore passo che permette a questo governo di essere più forte ancora. Ora il tema è molto semplice: in Italia non ci sono come concessionari solo i Benetton ed è per questo che noi abbiamo messo revisione del sistema concessioni”.