in

Auto elettriche: la ricarica in soli 6 minuti sarà presto possibile

Il debutto del nuovo materiale per le batterie dovrebbe avvenire nel 2020

Auto elettriche ricarica

Una delle domande che si chiedono gli automobilisti durante l’acquisto di auto elettriche è quanto dura la ricarica completa delle batterie. Abbiamo visto le stazioni di ricarica aumentare sempre di più, soprattutto nelle grandi città. Ciò ne consegue anche uno sviluppo della tecnologia di ricarica che sta facendo sicuramente dei passi da gigante.

Echion Technologies, una startup di ricercatori dell’Università di Cambridge fondata dal Dr. Jean De La Verpilliere, ha chiesto il brevetto per un sistema di ricarica davvero innovativo ed efficiente dedicato alle batterie di litio che permette di trasferire la ricarica in modo istantaneo e non gradualmente (come avviene adesso) senza che l’accumulatore si riscaldi o esploda.

Auto elettriche ricarica
Fiat 500e durante la fase di ricarica

Auto elettriche: Echion Technologies sviluppa una nuova polvere per le batterie

Questo è possibile grazie all’adozione di un rivestimento caratterizzato da un nuovo materiale più spesso rispetto alla polvere di grafite. Purtroppo, Echion Technologies non ha fornito informazioni aggiuntive circa le caratteristiche di questo speciale materiale ma sicuramente si tratta di un’innovazione che agevolerà la ricarica sia di dispositivi elettrici (es. smartphone e tablet) che di auto elettriche.

Secondo quanto riportato dai ricercatori della startup inglese, le batterie dei dispositivi mobili sarebbero in grado di caricarsi in modo istantaneo mentre quelle degli EV in appena 6 minuti. Da precisare anche che lo speciale materiale richiederebbe dei costi di produzione bassi e soprattutto sarà facilmente integrabile negli attuali processi di produzione.

Auto elettriche ricarica

In merito a ciò, il Dr. De La Verpilliere, ha detto: “Le polveri sono il componente centrale di una batteria al litio. Questo è un nuovo tipo di polvere che consente tempi di ricarica di soli 6 minuti invece che 45. Ciò interessa molto ad esempio il settore auto, quindi la tua auto elettrica potrà essere facile da ricaricare come abitualmente facciamo rifornimento di carburante. Stiamo lavorando su metodi per rendere le polveri facilmente realizzabili. Ora abbiamo un prototipo e ci stiamo muovendo verso la commercializzazione all’inizio del prossimo anno”.

Echion Technologies prevede di commercializzare il nuovo materiale per le batterie entro il 2020 dopo aver effettuato dei test aggiuntivi sul funzionamento. Non ci resta che vedere se tale nuova tecnologia riuscirà ad attirare l’attenzione dei produttori di batterie e delle case automobilistiche.