in ,

Maserati: i numeri della crisi in Europa nel primo semestre del 2019

Come annunciato in via ufficiale alcune settimane fa da FCA, in occasione della pubblicazione dei risultati finanziari del secondo trimestre, Maserati ha chiuso il primo semestre del 2019 con poco meno di 10 mila unità vendute ed un calo superiore al 40% rispetto allo scorso anno. Le vendite di Maserati sono tornate al livello del 2013, un periodo in cui la Ghibli aveva appena fatto il suo debutto ed il Levante era ancora solo un progetto. 

Il calo di vendite di Maserati in Europa, pur risultando meno marcato rispetto ad altri mercati internazionali, è comunque evidente. Il Tridente, infatti, ha venduto circa 3 mila unità sul mercato europeo nel corso del primo semestre del 2019, registrando un calo del 27% rispetto ai dati raccolti nel corso del primo semestre dello scorso anno.

Dando un’occhiata alle vendite dei singoli modelli Maserati, notiamo un calo generalizzato, legato soprattutto ad una gamma da tempo in attesa di sostanziali aggiornamenti, che risulta più marcato per i modelli “tradizionali” del brand del Tridente. Qui di seguito analizzeremo i risultati di vendita dei singoli modelli Maserati nel corso del primo semestre del 2019.

I dati di vendita di tutti i modelli Maserati in Europa

Come prevedibile, il modello più venduto di Maserati in Europa nel corso del primo semestre del 2019 è il Maserati Levante. Il SUV prodotto nello stabilimento di Mirafiori, infatti, ha totalizzato 1.859 unità vendute nel corso del primo semestre in Europa registrando un calo del 20% rispetto ai dati raccolti nel corso dello stesso periodo dello scorso anno quando il totale di consegne superò ampiamente quota 2 mila unità.

Più difficile la situazione della Maserati Ghibli. L’entry level della gamma del Tridente, infatti, si ferma a 981 unità vendute nel corso del primo semestre del 2019 registrando un calo percentuale del 30% rispetto ai dati registrati nel corso dei primi sei mesi del 2018 in Europa. Netto calo anche per l’ammiraglia Quattroporte che si ferma 138 unità vendute nel corso del semestre con un calo percentuale del 44% rispetto al primo semestre dello scorso anno.

A completare le vendite di Maserati in Europa le 96 unità vendute di GranTurismo e le 89 unità vendute di GranCabrio, in calo rispettivamente del -53% e del -49% rispetto ai dati dello scorso anno. 

Maserati: 10 novità per rilanciare le vendite

Come annunciato da FCA in occasione della diffusione dei risultati finanziari del secondo trimestre del 2019, Maserati ha un nuovo piano industriale che prevede il lancio di ben 10 novità entro il 2023. Nei prossimi quattro anni, la gamma Maserati sarà completamente rivoluzionata tra restyling, nuove generazioni e modelli inediti con l’obiettivo di incrementare, notevolmente, i risultati di vendita e i profitti del brand.

(cliccate per l’allargare l’immagine)

Per il 2020 sono attesi i restyling di Ghibli, Quattroporte e Levante che potranno contare anche sulle nuove varianti ibride per espandere, ulteriormente, le loro potenzialità. In cantiere c’è anche il debutto della nuova Maserati Alfieri che sarà presentata al Salone di Ginevra del 2020 per arrivare poi sul mercato entro fine anno. Nel corso del 2021 ci sarà il debutto del D-SUV su base Stelvio, della variante cabrio della Alfieri e della nuova generazione di GranTurismo. Nel 2022, invece, sarà il turno delle nuove generazioni di Quattroporte e GranCabrio a cui seguirà nel 2023 la nuova generazione del SUV Levante. 

Le prime novità in arrivo per il futuro di Maserati potrebbero essere già annunciate nel corso dei prossimi mesi, in eventi come il Salone di Francoforte di settembre o il Salone di Los Angeles di fine novembre. Ulteriori dettagli sul futuro del brand del Tridente arriveranno, quindi, a breve. Continuate a seguirci per saperne di più.