in ,

Ferrari Monza SP1: un esemplare in argento arriva a Londra | Video

Ferrari Monza SP1 e SP2 omologazione USA

Ferrari ha creato una sorta di alternativa alla Mercedes SLR Stirling Moss per tutti coloro che cercano un’auto simile da inserire nella propria collezione (visto che non è più disponibile da un po’ di anni). Il suo nome è Ferrari Monza SP1.

Il concetto di questa monoposto è praticamente lo stesso della speciale SLR: alla base troviamo una GT sportiva già vista a cui è stato tolto il tetto e aumentato il prezzo di vendita. Anche se si tratta di una vettura sensazionale, ci sono alcuni contro da prendere in considerazione come ad esempio l’impossibilità di portare un secondo passeggero. Nonostante ciò, si tratta di un’auto davvero performante e unica nel suo genere.

Ferrari Monza SP1 e SP2
Ferrari Monza SP1, ecco il frontale della prima monoposto della serie Icona

Ferrari Monza SP1: il noto concessionario HR Owen accoglie un esemplare della monoposto

L’esemplare che vi proponiamo in questo articolo è arrivato recentemente a Londra e scaricato davanti al famoso concessionario HR Owen. Purtroppo non sappiamo se si tratta di un modello da esposizione oppure appartiene ad un cliente, anche se sappiamo che tutti i 499 esemplari sono stati già venduti.

Molte delle unità vendute sicuramente resteranno chiuse in un garage alla giusta temperatura in attesa che il valore aumenti per rivenderle al miglior offerente. Oltre ad essere un esercizio di stile per Maranello, la Ferrari Monza SP1 è una vera supercar in quanto sotto il cofano troviamo lo stesso motore della 812 Superfast.

Ferrari Monza SP1 iF Design Awards 2019

Si tratta di un’unità V12 da 6.5 litri con potenza di 810 CV a 8500 giri/min e 719 nm di coppia massima. Abbiamo di fronte il propulsore più potente proposto fino ad ora dal cavallino rampante. La monoposto è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e da 0 a 200 km/h in 7,9 secondi mentre la velocità massima supera i 300 km/h.

Vi ricordiamo che la Ferrari Monza SP1 fa parte della nuova serie Icona assieme alla biposto SP2. Come ben sapete, a livello estetico, la vettura si ispira fortemente alle storiche barchette da competizione della casa automobilistica modenese come la 166 MM e la 860 Monza.