in

Alfa Romeo, semestre nero in Europa: peggio delle Lancia

Sul mercato europeo Lancia ha registrato numeri commerciali migliori di Alfa Romeo nei primi sei mesi del 2019

Alfa Romeo

Durante la prima metà del 2019 Lancia ha superato per vendite Alfa Romeo nel mercato europeo, come attesta lo studio di Fiat Group’s World. Stando ai numeri raccolti i clienti del Biscione sarebbero in forte calo, anche se Fiat Chrysler Automobiles insiste sul fatto di conservare grandi piani per il marchio.

Alfa Romeo: codice rosso

La rivitalizzata società sportiva premium italiana, con cinque modelli nelle concessionarie, ha segnato un’altra battuta d’arresto nella storia recente. Nonostante preveda in listino ben cinque modelli: la rinnovata Giulietta, la berlina Giulia, la MiTo, la 4C e il crossover Stelvio. I dati commerciali sono scesi in maniera sorprendente del 42% nel Vecchio Continente rispetto alla prima metà del 2018, chiudendo con 29.187 auto vendute.

Al contrario, Lancia, come risaputo, vende solo un’auto: la Ypsilon, lanciata nel 2011 e che fa leva sul prezzo accessibile. Viene peraltro esclusivamente commercializzata in Italia, dopo che il brand, una volta illustre, è stato ritirato dall’estero due anni orsono. Ma è riuscito comunque a incrementare le sue vendite del 29 percento quest’anno con 34.691 unità.

Alfa è stata colpita dalle vendite sia commerciali sia private, con le imprese acquirenti passate da 33.400 nel primo semestre 2018 ad appena 19.200, mentre anche le vendite private sono diminuite del 40%. In Francia (-61%) e in Germania (-39%) ha registrato un gravoso crollo, ma quello nel nostro Paese desterà maggiore preoccupazione, dove ha riportato un meno 47 per cento con 14.700 vendite. Preoccupante soprattutto perché, nonostante sia fortemente radicata nel costume italiano, ha totalizzato solo 5mila vendite tra i privati nella prima metà dell’anno.

Investimenti infruttiferi

Dato l’investimento multi-miliardario nella piattaforma Giorgio e il recente restyling della Giulietta, si profila un clima teso in azienda. Anche il nuovissimo Stelvio ha registrato un calo nelle vendite del 18% con sole 13.800 immatricolazioni, superato dai concorrenti come la rinnovata BMW X4. Ha venduto 9037 automobili nella prima metà dell’anno negli Stati Uniti, secondo il sito Web carsalesbase.com, nettamente inferiori se comparate alle 12.265 dell’anno precedente.In Australia, il marchio ha venduto 448 auto nella prima metà dell’anno, in calo del 31,8% rispetto al 2018 e detiene solo lo 0,2% del mercato nazionale di vetture nuove.

Il consenso pubblico per la berlina Giulia, fortemente reclamizzata, è precipitato, con solo 188 unità nel primo semestre, rispetto ai 336 dell’anno scorso; con la quota nella fascia di prezzo ridotta di un terzo. Inoltre, sono state vendute solo 98 Giulietta quest’anno (contro i 163 del 2018) e solo tre sportive 4C. Alfa è gemellata in FCA con Maserati  e il marchio modenese ha almeno in programma di ampliare la sua gamma di veicoli nel prossimo decennio con ibridi plug-in, un crossover per i test Macan Porsche e una sportiva elettrica.