in ,

Alfa Romeo: vendite in crescita del 24% in Giappone a maggio

Continua il processo di crescita di Alfa Romeo sul mercato nipponico

Il marchio Alfa Romeo sta attraversando una fase molto difficile con vendite in costante calo, sia in Europa che in Nord America, e con una gamma che è ancora in attesa dell’arrivo di novità sostanziali per i modelli già sul mercato e del debutto dei nuovi modelli, a partire dall’Alfa Romeo Tonale, la versione di serie della concept car presentata al Salone di Ginevra che va ad anticipare il nuovo C-SUV del brand.

Nonostante le difficoltà registrate nei suoi principali mercati, Alfa Romeo continua a registrare risultati positivi in Giappone, un mercato molto particolare per i costruttori esteri che occupano quote di mercato molto ridotte ma risultano molto richiesti da parte degli appassionati del mondo delle quattro ruote.

Nel corso del mese di maggio, Alfa Romeo ha venduto 195 unità in Giappone registrando una crescita del +24.2% rispetto ai dati dello scorso anno ed una quota di mercato dello 0.72%. Il risultato ottenuto a maggio conferma ancora una volta il processo di crescita di Alfa Romeo sul mercato nipponico.

Al termine dei primi cinque mesi del 2019, infatti, Alfa Romeo ha distribuito 1,040 unità in Giappone registrando una crescita percentuale, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al +11.4%. La quota di mercato del brand italiano sul mercato giapponese, dopo i primi cinque mesi, è pari allo 0.72%. 

Continuando con questo processo di crescita, Alfa Romeo potrebbe avvicinare quota 3 mila unità in Giappone nel corso del 2019, tornando così ai livelli del 2013. Nelle prossime settimane, con l’arrivo dei dati di vendita completi del primo semestre, avremo un’idea più chiara sulle potenzialità di Alfa Romeo.

Crescono Fiat ed Abarth, in calo Maserati e Ferrari

Oltre ai buoni dati di Alfa Romeo, il gruppo FCA può sorridere guardando ai risultati di Fiat. Il brand ha, infatti, venduto 2,595 unità in Giappone nel corso dei primi 5 mesi del 2019 registrando una crescita del +10.2%. Ricordiamo che Fiat è presente in Giappone con la famiglia 500 ed anche con una versione speciale della Fiat Panda 4×4. Da segnalare anche la crescita di Abarth, che ha venduto 1,092 unità in Giappone da inizio 2019 con una crescita percentuale del +10% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. 

In leggero calo, invece, Jeep. Il marchio americano, che si conferma il brand di riferimento di FCA in Giappone, ha venduto 4,346 unità nel 2019 con un calo dello 0.7% rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno. Da notare anche il calo del 7% di Maserati che si ferma a 464 unità vendute ed il calo di Ferrari che, con 306 unità consegnate, registra una flessione del 7.5% nel confronto con i primi cinque mesi dello scorso anno.