in

FCA: il “Piano Italia” per Cassino non dovrebbe subire modifiche

Alfa Romeo stabilimento Cassino dazi

C’è grande attesa per scoprire quale sarà la nuova versione del “Piano Italia”, il piano industriale di FCA per gli stabilimenti italiani del gruppo. Dopo l’approvazione dell’Ecotassa, infatti, l’amministratore delegato Manley ha confermato che il piano è attualmente in revisione. Secondo le ultime indiscrezioni, la versione definitiva del “Piano Italia” dovrebbe essere comunicata da FCA ai sindacati nel corso dei primi giorni del prossimo mese di febbraio. 

In attesa degli annunci ufficiali, emergono in queste ore i primi dettagli sul nuovo piano. Le prime informazioni, infatti, confermano che il “Piano Italia” non dovrebbe subire modifiche per quanto riguarda gli investimenti previsti per lo stabilimento di Cassino, cuore della produzione di Alfa Romeo ed, in futuro, pronta ad espandere i suoi livelli produttivi. 

Nei prossimi giorni, infatti, FCA dovrebbe confermare che a Cassino sarà prodotto il nuovo D-SUV Maserati, realizzato sulla stessa base dell’Alfa Romeo Stelvio. Nelle scorse settimane, fonti sindacali confermavano che l’avvio della produzione del nuovo entry level della gamma Maserati dovrebbe essere fissato per l’inizio del 2021. 

Nel frattempo, per Cassino è in programma l’avvio della produzione delle varianti ibride di Giulia e Stelvio. I nuovi modelli elettrificati a marchio Alfa Romeo dovrebbero debuttare sul finire dell’anno in corso. Secondo alcuni rumors, infatti, FCA dovrebbe avviare i lavori di pre-produzione dei modelli ibridi di Alfa Romeo a partire dal mese di giugno. 

Resta ancora da valutare il futuro dell’Alfa Romeo Giulietta. In queste settimane, infatti, sono circolate in rete informazioni contrastanti sulla segmento C di casa Alfa Romeo che, secondo il piano industriale di FCA presentato lo scorso giugno, è confermata sino al 2022 con un restyling che dovrebbe allungarne ulteriormente la carriera. 

Secondo fonti sindacali, la produzione dell’Alfa Romeo Giulietta potrebbe interrompersi nel 2019 ed la vettura potrebbe essere sostituita dal nuovo C-SUV che, ricordiamo, dovrebbe essere prodotto nello stabilimento di Pomigliano d’Arco partendo dalla base della Jeep Compass. Dal 2020, quindi, la gamma Alfa Romeo potrebbe essere costituita da Giulia, Stelvio e nuovo C-SUV oltre alla 4C Spider, confermata ancora per qualche anno. 

In conclusione, torniamo sul “Piano Italia”. Al momento, le uniche indiscrezioni emerse riguardano le conferme sugli investimenti per Cassino. Restano ancora da valutare quelli che saranno gli investimenti per altri stabilenti del gruppo. Il nuovo piano industriale di FCA prevede il debutto della 500 Elettrica a Mirafiori, del già citato C-SUV Alfa Romeo a Pomigliano d’Arco, dove prenderà il via la produzione della Panda Mild Hybrid, e della Jeep Compass a Melfi.

Ulteriori dettagli sui progetti di FCA dovrebbero arrivare, come detto, ad inizio del prossimo mese di febbraio. Tra pochi giorni, quindi, scopriremo, finalmente, quali saranno i piani del gruppo per i siti di produzione italiani. 

Fonte

Written by Davide Raia

Appassionato di tecnologia e motori da sempre, editor e blogger, scrivo sul web da più di dieci anni. Ho collaborato con diverse testate online, occupandomi di temi differenti ma senza mai abbandonare il mondo dei motori ed, in particolare, il settore auto che ormai seguo quotidianamente con l’obiettivo di scoprire news e curiosità su tutti i nuovi modelli in arrivo. Nel tempo libero leggo, monto e smonto PC e cambio smartphone con troppa frequenza. Prossimo obiettivo: acquistare un’auto elettrica.