in ,

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: vendite negli USA a confronto con le rivali (dati completi 2018)

Ecco come sono andate le vendite di Giulia e Stelvio negli USA nel 2018

Alfa Romeo NRING

Il 2018 appena terminato è stato un anno da record per Alfa Romeo negli USA. La Giulia e lo Stelvio, infatti, hanno spinto il marchio italiano sino alla soglia delle 24 mila unità vendute sul mercato statunitense nel corso del 2018 andando quasi a raddoppiare (la crescita è stata del 98%) le vendite registrate nel corso del 2017. 

La strada è ancora lunga ed il risultato ottenuto nel 2018 può essere considerato come un buon punto di partenza in vista di un futuro ancora migliore. In attesa dell’arrivo dei nuovi modelli (il prossimo progetto, il C-SUV, debutterà solo nel 2020), l’Alfa Romeo Giulia e l’Alfa Romeo Stelvio saranno chiamati a vivere un 2019 da protagoniste negli USA con l’obiettivo di migliorare ancora le vendite e di avvicinare ulteriormente i risultati delle dirette rivali. 

Con l’arrivo dei dati di vendita completati relativi al 2018 possiamo fare un confronto dettagliato e completo tra i risultati ottenuti dall’Alfa Romeo Giulia e dall’Alfa Romeo Stelvio con i risultati ottenuti dalle dirette rivali dei due modelli della casa italiana. 

Alfa Romeo Giulia

Come abbiamo visto nel corso della giornata di ieri, Alfa Romeo ha venduto un totale di 11,519 unità di Alfa Romeo Giulia negli USA nel corso del 2018. Per la berlina italiana il dato registrato negli ultimi 12 mesi rappresenta una crescita percentuale del +29% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del 2017.

Per il 2019 non sono previste espansioni della gamma per la Giulia. Nei mesi scorsi si è parlato del possibile arrivo di una versione più potente dell’attuale 2.0 turbo benzina, disponibile negli USA nella sola variante da 280 CV. Al momento non ci sono ulteriori conferme. In Europa, invece, la berlina potrebbe registrare l’arrivo di una nuova entry level che difficilmente arriverà oltreoceano. 

Iniziamo il confronto con le dirette rivali partendo, naturalmente, dalle tedesche. Nel corso del 2018, Mercedes ha venduto 54,829 unità di Mercedes Classe C (sono comprese tutte le varianti della Classe C) registrando un calo percentuale del -29% rispetto ai dati ottenuti nel 2017. BMW, invece, ha venduto un totale di 44,578 unità di BMW Serie 3 registrando un calo del -25% rispetto ai dati del 2017. Per quanto riguarda Audi, infine, il totale di unità vendute di Audi A4 è pari a 31,980 con un calo percentuale del -7% rispetto ai dati dell’anno precedente. 

Passiamo ora alle rivali asiatiche della Giulia. Nel corso del 2018 registriamo un totale di 34,763 unità vendute di Infiniti Q50 con un calo del -14,7% rispetto ai dati dell’anno precedente mentre l’Acura TLX si ferma a 30,468 unità vendute con un calo percentuale su base annua del 12,5%. Per quanto riguarda la Lexus IS, infine, il totale di unità vendute nel corso dell’anno appena concluso è di 22,927 con un calo del -13,4% rispetto ai dati del 2017. 

La berlina di casa Alfa Romeo supera le vendite della Cadillac ATS che raggiunge quota 10,860 unità distribuite negli USA con un calo del -17.1% rispetto ai dati raccolti l’anno precedente. Alle spalle dell’Alfa Romeo Giulia troviamo anche la Volvo 60-Series, che raggiunge quota 10,016 unità vendute con un calo percentuale del -40.4%, e la Jaguar XE che si ferma a 4,704 unità distribuite negli USA con un -49,3% rispetto ai dati registrati nel corso del 2017. 

  • Mercedes Classe C: 54,829 unità (-29%)
  • BMW Serie 3 44,578 unità (-25%)
  • Infiniti Q50: 34,763 unità (-14,7%)
  • Audi A4: 31,980 unità (-7%)
  • Acura TLX: 30,468 unità (-12.5%)
  • Lexus IS: 22,927 (-13,4%)
  • Alfa Romeo Giulia 11,519 unità (+29%)
  • Cadillac ATS: 10,860 (-17.1%)
  • Volvo 60-Series: 10,016 (-40.4%)
  • Jaguar XE: 4,704 (-49.3%)

Alfa Romeo Stelvio

Passiamo ora all’Alfa Romeo Stelvio. Il SUV della casa italiana raggiunge quota 12,043 unità vendute negli USA nel corso del 2018 confermandosi, quindi, come il modello Alfa Romeo più venduto in assoluto. Il SUV prodotto a Cassino, a differenza della Giulia che deve fare i conti con un segmento in netto calo, può sfruttare la crescente richiesta di SUV di medie dimensioni premium per continuare i suo processo di crescita nel corso dei prossimi mesi. 

La crescente richiesta di SUV si riflette, in ogni caso, nelle vendite delle dirette rivali dello Stelvio che registrano numeri estremamente positivi rendendo un sorpasso, in termini di unità vendute, davvero difficile, almeno nell’immediato. Ricordiamo che per dare una nuova spinta alle vendite negli USA, la casa italiana ha arricchito il Model Year 2019 dello Stelvio con una nuova entry level con trazione posteriore che costa 2 mila dollari in meno rispetto alla precedente versione di ingresso alla gamma del SUV. Questa nuova versione potrebbe garantire un nuovo margine di crescita per le vendite del SUV. 

Alfa Romeo Stelvio tuning Romeo Ferraris

Partiamo anche in questo caso dalle vendite delle rivali tedesche. A guidare il segmento dei SUV premium di medie dimensioni c’è l’Audi Q5 che mette assieme ben 69,978 unità vendute nel 2018 con una crescita percentuale del +21,41% rispetto ai dati dell’anno precedente. Crescita ancora più marcata per il Mercedes GLC che raggiunge quota 69,729 unità vendute con una crescita del +43,35% rispetto ai dati registrati nel corso del 2017. In calo, invece, il BMW X3 che si ferma a 61,351 unità vendute registrando un +50.3% nel confronto con i dati del 2017. Il più costoso Porsche Macan, invece, raggiunge quota 22,954 unità vendute nel 2018 con una crescita del +7,1%. 

Da segnalare anche le 60,566 unità vendute di Cadillac XT5 che si traducono in un calo percentuale del -11% rispetto ai dati raccolti l’anno precedente. 

Tra i SUV asiatici cresce anche il Lexus NX che tocca quota 62,079 unità vendute nel corso del 2018 con un miglioramento del +4.6% delle vendite nel confronto con i dati del 2017. In crescita anche l‘Acura RDX che arriva a 63,580 unità vendute con un miglioramento del +23.9% Ottimi dati anche per l’Infiniti QX50 che raggiunge 25,389 unità distribuite negli USA nel 2018 registrando una crescita del +50,6% rispetto ai dati del 2017

Ancora molto avanti rispetto allo Stelvio è il Volvo XC60 che chiude il 2018 con un totale di 32,689 unità distribuite ed una crescita percentuale del +45.2% rispetto ai dati raccolti nel corso del 2017.  Il Range Rover Velar, una delle principali novità degli ultimi anni per il segmento di mercato, ha raccolto 17,037 unità vendute negli USA nel 2018 piazzandosi davanti al SUV di casa Alfa Romeo. In vantaggio rispetto al SUV italiano c’è anche il Jaguar F-Pace che tocca 12,997 unità vendute anche se con un calo del -32.4%. 

A differenza di quanto visto con la Giulia, che ha già superato alcune dirette rivali e, continuano nel suo processo di crescita ha la possibilità di continuare a scalare posizioni, lo Stelvio deve fare i conti con un mercato in forte crescita. Al netto di un paio di modelli, tutti i SUV del segmento fanno registrare una crescita sostanziale rendendo, quindi, ancora più difficile la scalata per lo Stelvio che, in ogni caso, può sfruttare la crescente richiesta di SUV premium da parte degli automobilisti americani per continuare ad espandere i suoi volumi di vendita. 

  • Audi Q5: 69,978 unità (+21,41%)
  • Mercedes GLC: 69,729 unità (+43,35%)
  • Acura RDX: 63,580 unità (+23,9%)
  • Lexus NX: 62,079 (+4.6%)
  • BMW X3: 61,351 unità (+50.7%)
  • Cadillac: 60,566 (-11%)
  • Volvo XC60: 32,689 (+45.2%)
  • Infiniti QX50: 25,389 unità (+50,6%)
  • Porsche Macan: 22,954 unità (+7,1%)
  • Range Rover Velar: 17,037 (+196%)
  • Jaguar F-Pace: 12,997 (-32.4%)
  • Alfa Romeo Stelvio: 12,043 unità (+342%)

Written by Davide Raia

Appassionato di tecnologia e motori da sempre, editor e blogger, scrivo sul web da più di dieci anni. Ho collaborato con diverse testate online, occupandomi di temi differenti ma senza mai abbandonare il mondo dei motori ed, in particolare, il settore auto che ormai seguo quotidianamente con l’obiettivo di scoprire news e curiosità su tutti i nuovi modelli in arrivo. Nel tempo libero leggo, monto e smonto PC e cambio smartphone con troppa frequenza. Prossimo obiettivo: acquistare un’auto elettrica.