in ,

Stellantis, richiamo urgente per 200mila veicoli: “Problema al software”

Recentemente, un altro problema aveva coinvolto Stellantis per degli airbag potenzialmente difettosi in alcuni modelli Citroen, DS e Opel.

stellantis

Il gruppo Stellantis ha deciso di richiamare oltre 200mila SUV e pick-up causa di un problema al software che potrebbe compromettere il corretto funzionamento dei sistemi elettronici di controllo della stabilità del veicolo. A lanciare la notizia il Daily Mail che riporta come, secondo l’azienda, il problema sia derivato da un difetto nel sistema antibloccaggio dei freni. Per il colosso automobilistico è una gran brutta tegola.

Pare che il sistema, in alcune circostanze, disattivi il controllo della stabilità. I modelli dei marchi di Stellantis coinvolti, rimanendo nei confini americani, includono il Dodge Durango del 2022 e i Ram 2500 e 3500 dello stesso anno. Il Ram, tra quelli citati, è il modello maggiormente interessato, tanto che sono ben 158.000 i pick-up coinvolti nel richiamo. Mentre il Ram 3500 vede coinvolti poco più di 500 veicoli. Per il Dodge Durango, sono invece circa 53.000 gli esemplari che saranno richiamati.

Stellantis, richiamo urgente RAM

Il sistema di controllo della stabilità è una funzione senza dubbio fondamentale che, in situazioni di emergenza, può evitare la perdita del controllo del veicolo, soprattutto quando ci si trova ad affrontare una strada bagnata o ghiacciata.

Stellantis, richiamo urgente DODGE

La settimana scorsa, la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha avvertito che guidare un veicolo con il sistema di stabilità disabilitato o non funzionante aumenta vertiginosamente il rischio di incidenti. Diversi studi dimostrano che i sistemi elettronici di controllo della stabilità, se operativi, riducono concretamente gli incidenti mortali, specialmente quelli con ribaltamento. Si tratta di quelle dinamiche tipiche di un mezzo che sbandando può diventare una “trottola” fatale. Stellantis deve correre ai ripari.

incidente mortale

Da oltre un decennio, la NHTSA richiede che tutti i nuovi veicoli passeggeri siano dotati di un sistema elettronico di stabilità. Stellantis, quindi, dovrà avvisare tutti i proprietari coinvolti entro la fine del prossimo mese. I clienti potranno portare i propri veicoli ai concessionari per aggiornare gratuitamente il sistema antibloccaggio dei freni.

Recentemente, un altro problema aveva coinvolto il gruppo per degli airbag potenzialmente difettosi in alcuni modelli Citroen, DS e Opel. Circa 30.000 veicoli Opel con airbag Takata sono coinvolti, insieme a 500.000 auto Citroen e DS in una ventina di paesi tra Europa, Africa e Medio Oriente. Le sostanze chimiche negli airbag possono deteriorarsi in condizioni climatiche calde e umide, aumentando il rischio di malfunzionamenti in caso di attivazione.