in

Wolff chiude la porta dalla Mercedes a Binotto

L’austriaco ricorda che c’è stato troppo “veleno” tra i due negli ultimi tempi

Mattia Binotto
Mattia Binotto

Il boss del team Mercedes, Toto Wolff, esclude l’arrivo di Mattia Binotto nel team della stella dopo la sua partenza dalla Ferrari. L’austriaco osserva che c’è stato troppo “veleno” tra i due negli ultimi tempi e non si vede lavorare con lui, anche se pensa che l’attuale numero uno della Ferrari avrà altre destinazioni molto attraenti in griglia per il futuro.

Toto Wolff esclude l’approdo di Mattia Binotto alla Mercedes dopo l’addio alla Ferrari

Binotto dopo quasi tre decenni alla Scuderia del cavallino rampante saluterà il team alla fine di quest’anno. L’italo-svizzero lascia il suo incarico di team manager e anche Maranello, ma non si sa cosa farà dopo il suo addio. Wolff chiarisce che la nuova destinazione di Mattia non sarà la Mercedes, visto che il loro rapporto è stato molto teso negli ultimi tempi.

Wolff approfitta dell’addio di Binotto per ricordare l’immensa pressione a cui il boss del team Ferrari è esposto ogni anno. L’austriaco sostiene che non si aspettava che l’italo-svizzero resistesse così a lungo in quella posizione e ha visto la sua partenza al termine di questa stagione come qualcosa di inevitabile.

Infine, raccomanda alla Ferrari di ottenere i servizi di un grande talento manageriale con potere in diversi settori per guidare la sua struttura dal 2023. Toto avverte che non ci sono mai garanzie che un grande direttore di gara si comporti bene come manager, perché nell’attuale Formula 1 è essenziale avere molte cose sotto controllo per avere successo.

Vasseur Wolff
Il boss del team Mercedes, Toto Wolff, esclude l’arrivo di Mattia Binotto nel team della stella dopo la sua partenza dalla Ferrari

“Il sostituto di Mattia deve essere un grande talento manageriale italiano, che ha potere in altri settori e allo stesso tempo, intelligente per guidare una squadra così grande. Devi controllare lo sport, i regolamenti, l’organo di governo, i diritti commerciali e i rivali. Tutti questi problemi nel paddock. Il fatto che tu sia un buon direttore di gara non ti garantisce di essere così bravo in questi aspetti”, ha commentato Toto per chiudere.

Ti potrebbe interessare: Marko crede che la Ferrari sostituirà Binotto con qualcuno del team

Looks like you have blocked notifications!