in ,

Ferrari 458 con un wrapping pazzesco | Video

Ecco come qualcuno ha deciso di conciare la sua auto sportiva made in Maranello.

Ferrari logo
Il posteriore di una Ferrari. Foto di Jiří Rotrekl da Pixabay

Una Ferrari 458 Italia, vestita in abito Challenge, è la protagonista del video odierno. Alta la qualità delle riprese e del montaggio, ma non sono stati questi elementi a spingerci verso la condivisione del contenuto. Il motivo è un altro: il trattamento della carrozzeria dell’auto. Come potrete vedere, la supercar del “cavallino rampante” sfoggia una livrea molto colorata, frutto di un processo di wrapping.

Con questo termine si fa riferimento a una tecnica che permette di cambiare la veste cromatica di una vettura applicando una pellicola coprente. Nel caso in esame, il committente ha scelto una trama decorativa molto animata e vistosa, poco adatta alla Prima della Scala. Il lavoro sembra ben fatto, ma come ho scritto in altre occasioni, espressioni creative del genere andrebbero applicate su vetture di altro tipo, perché su quelle di Maranello rasentano la blasfemia.

Alcuni potrebbero non essere d’accordo con me, forse perché hanno una venerazione meno “religiosa” della mia per le opere del “cavallino rampante”. Come si dice in questi casi, il mondo è bello perché è vario. I più dotti potrebbero appellarsi alla locuzione latina “de gustibus non est disputandum”. Il senso è sempre quello: ognuno ama e fa quello che gli piace, entro i limiti di legge e di coscienza. Una cosa dovrebbe mettere tutti d’accordo: la qualità del video. Ancora più corale dovrebbe essere l’apprezzamento per la Ferrari 458 Italia, nella sua configurazione standard.

Questa “rossa”, nata per rimpiazzare la F430, è stata poi sostituita dalla 488, dalla F8 e dalla 296. Ancora oggi affascina per il suo stile sportivo ed elegante, firmato da Pininfarina. Sublimi le note sonore del cuore V8 aspirato da 4.5 litri e 570 cavalli di potenza, che ha poi lasciato spazio a delle unità sovralimentate con lo stesso frazionamento o con due cilindri in meno. Un elemento capace, in futuro, di fare la differenza, in termini collezionistici, ma forse è ancora presto per fare ragionamenti del genere. Qui, però, il tema del post è un altro: quello del wrapping applicato su un esemplare della specie. Volete scoprirne le alchimie? Bene, non vi resta che guardare il video.

Looks like you have blocked notifications!