in

Citroen e ubitricity firmano importante partnership

Questa collaborazione mira a incoraggiare i conducenti a passare ai veicoli elettrici

Citroen e Ubitricity

Citroen e ubitricity, membro del gruppo Shell, hanno firmato un accordo di cooperazione per rendere la mobilità elettrica più accessibile ai conducenti nelle città europee. Questa collaborazione mira a incoraggiare i conducenti a passare ai veicoli elettrici (EV) e aiutare più città a rendere possibile la ricarica di veicoli elettrici per i loro residenti in strada.

L’obiettivo è aumentare la consapevolezza delle opzioni di mobilità alternativa che supportano la transizione energetica in collaborazione con fornitori di soluzioni innovative, al fine di offrire una serie di servizi completi ai conducenti e alle autorità locali.

Citroen e ubitricity: importante accordo

A partire da Londra, questa collaborazione consentirà agli acquirenti di Citroën Ami di caricare il proprio veicolo in parcheggio su strada quando verrà lanciata nel settembre 2022. I conducenti che acquisteranno una nuova Citroën Ami beneficeranno di ricariche gratuite per 3 mesi sulla rete di ubitricità per VE, che ha oltre 5.500 caricatori di lampioni nella Greater London e un numero crescente di altre località nel Regno Unito. Per avviare una sessione di ricarica gratuita, i conducenti Ami potranno attivare il proprio sconto con un codice individuale nell’app Shell Recharge.

In Europa, la collaborazione mirerà a facilitare il passaggio ai veicoli elettrici installando più caricabatterie sui lampioni in più città. I caricabatterie Ubitricity stanno diventando disponibili in un numero crescente di mercati in tutta Europa per la crescente flotta di veicoli elettrici di Citroën e la partnership è destinata ad accelerare ulteriormente questa crescita.

L’uso delle infrastrutture esistenti, come i lampioni, offre alle aree urbane un modo semplice e veloce per implementare una fitta rete di ricarica senza lunghe fasi di pianificazione. Le opzioni di ricarica per veicoli elettrici su strada consentono ai conducenti che non dispongono di un vialetto privato o di un garage di installare una wallbox per prendere in considerazione l’acquisto di un veicolo elettrico.

Oltre a questa collaborazione, ci sono due opzioni per utilizzare la rete di ricarica ubitricity: è sufficiente eseguire la scansione di un codice QR apposto sul punto di ricarica con uno smartphone e seguire alcune istruzioni sulla pagina web di accesso diretto ubitricity – non sono richiesti abbonamenti o applicazioni, l’accesso è rapido e tempestivo.

Seconda possibilità, l’utente può passare attraverso un’applicazione di un fornitore di servizi di mobilità, come Shell Recharge, che offre funzionalità aggiuntive che consentono di avere una panoramica di tutte le sessioni di ricarica e di visualizzarne il pagamento mensile.

Daniel Kunkel, amministratore delegato di ubitricity, ha dichiarato: “Le visioni di Citroën Ami e i punti di ricarica dei lampioni ubitricity sono una combinazione perfetta: sono minimalisti, poco ingombranti e semplici, con un ingombro ridotto, rispettosi delle risorse e alla portata di tutti. In molte città europee, lo spazio è prezioso e per i conducenti di veicoli elettrici che non dispongono di un parcheggio privato, la soluzione di ricarica per lampioni di ubitricity offre un accesso conveniente e conveniente per la ricarica in strada, proprio fuori dalla porta di casa. »

Citroen e Ubitricity

Laurent Barria, Direttore Marketing e Comunicazione Citroën, ha aggiunto: “Siamo molto felici di essere associati all’ubitricità in questa avventura. Ami offre una soluzione completa per la mobilità urbana e il nostro obiettivo è facilitare la libertà di movimento e adattarla alle esigenze del maggior numero di persone”.

Ti potrebbe interessare: Nuova Citroen C3: emergono nuovi dettagli sulla quarta generazione

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!