in

Chrysler: il CEO Feuell parla del futuro del marchio

Il CEO di Chrysler Christine Feuell ha parlato del futuro del marchio confermando di non voler tralasciare le radici del brand

Chrysler 300 elettrica

Christine Feuell come nuovo CEO del marchio Chrysler di Stellantis nell’ultimo anno circa, ha assistito ad una sorprendente rinascita della fortuna per Pacifica, il minivan della casa automobilistica. In effetti, questo successo ha contribuito a incoraggiare la casa madre di Chrysler, Stellantis, a pensare al futuro del marchio per la prima volta in più di un decennio.

Feuell: il CEO di Chrysler parla del futuro del marchio

Feuell e il suo capo, il CEO di Stellantis Carlos Tavares, vogliono aggiungere qualche altro modello alla gamma della casa americana, renderla protagonista nello sforzo di elettrificazione della casa automobilistica e arricchire la sua gamma di prodotti in una misura mai vista prima. “Il marchio si riduce a due auto, Pacifica e la berlina 300”, ha riconosciuto Feuell in un’intervista.

“Ma abbiamo parlato della nostra strategia di rivitalizzazione del marchio. Entro il 2028 sceglieremo un veicolo elettrico a batteria al 100%. Chrysler sarà il pilastro della sostenibilità per Stellantis in Nord America. Stiamo trasformando il marchio per renderlo più contemporaneo e moderno e incorporare la tecnologia più recente, ma posizionato per il mercato mainstream”.

Per fare ciò però Feuell ha voluto anche scoprire di più sulle radici del marchio e lì ha scoperto che i suoi piani per il marchio sono molto in linea con le aspirazioni originali del fondatore Walter P. Chrysler.

“Ho dato un’occhiata ad alcune delle presentazioni e delle citazioni di Walter P. Chrysler proprio all’inizio, e una delle mie preferite è che ‘offriremo qualità, bellezza, velocità, comfort, stile e potenza a un prezzo basso. ‘ Era molto rappresentativo di ciò che Chrysler era: un’azienda innovativa che ha creato soluzioni e funzionalità rivoluzionarie ma per il mercato mainstream”. Ha aggiunto: “Il marchio è sempre stato ambizioso ma accessibile. Penso che sia importante per noi mantenere quella strategia di posizionamento, ma dobbiamo assolutamente modernizzare il marchio, portare sul mercato offerte più contemporanee”.

Pertanto, ha affermato Feuell, Chrysler porterà sul mercato “almeno tre nuovi prodotti nel corso dei prossimi anni, tra cui un paio di SUV. “Non siamo stati nel segmento dei SUV per quasi otto anni”, ha detto. Vedremo dunque che novità arriveranno dal marchio nei prossimi anni.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler denunciata da ATU e Carglass: “Concorrenza sleale”