in

Accise: prolungato il taglio fino al 2 agosto

Il Governo ha prolungato il taglio sule accise dei carburanti fino al prossimo 2 di agosto: rimane pari a 30 centesimi l’importo scontato

benzinai

Il Governo ha prolungato il taglio sule accise dei carburanti fino al prossimo 2 di agosto. Si tratta di una prosecuzione della diminuzione dei prezzi che, senza questo ulteriore prolungamento, sarebbe terminata il prossimo 8 luglio: la misura continua ad intervenire sia sulla benzina, che su diesel, GPL e anche metano.

Il decreto interministeriale, che introduce il prolungamento sulla già paventata possibilità di proseguire col taglio alle accise, è stato firmato dai ministri Daniele Franco (Economia) e Roberto Cingolani (Transizione Ecologica): viene ancora confermato il taglio di 30 centesimi sui prezzi praticati al distributore. Al momento quindi il taglio rimane confermato fino al prossimo 2 agosto, ma non è detto che non possa proseguire anche durante i mesi successivi alla data fissata in questo momento.

Le ipotesi sulle accise a partire dal 3 agosto

Viene confermata quindi un’eventualità della quale si discuteva ormai da qualche giorno. Conferme sul prolungamento al già noto taglio delle accise erano giunte anche da parte del Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, che aveva già parlato del fatto che il Governo si stava preparando a varare ulteriori strumenti utili per intervenire sul caro carburanti.

taglio accise benzina

Parliamo di un’eventualità fortemente richiesta, sebbene in tanti si aspettavano una scontistica dotata di un importo più elevato rispetto al precedente anche in virtù del fatto che nei giorni scorsi si parlava di un taglio pari a circa 35 centesimi di euro. Bisognerà comprendere cosa accadrà durante le date successive a quella del 2 agosto, quando l’incentivo scadrà. Non è detto che quindi il taglio, a partire da quella data, possa subire un atteso rialzo.

Nel frattempo i prezzi dei carburanti, sia benzina che diesel, continuano a subire incrementi piuttosto consistenti. I dati aggiornati ieri da Quotidiano Energia riportano per la benzina un prezzo al litro di 2,075 euro, self service, ovvero 2,209 euro al litro se servito. In tema di diesel si va dai 2,040 euro al litro, per il self service, fino ai 2,179 euro al litro al servito.