in

Citroën quasi raddoppierà la rete dei concessionari in Brasile

Citroen: la casa francese vuole crescere in Brasile e nei prossimi anni aumenterà di molto il numero delle concessionarie in quel paese

Citroen logo

Il gruppo Stellantis dopo Fiat e Jeep vuole rilanciare in Brasile anche altri suoi brand. Uno di questi è sicuramente Citroën. Dopo due anni con una sola vettura in vendita in Brasile, la casa automobilistica francese punta fortemente sul lancio della nuova generazione della C3. Come sappiamo questo modello è un crossover compatto low cost. Inoltre la casa francese intende arrivare a fine anno con una rete di concessionari più ampia del 70 per cento rispetto al 2019. In realtà, questa espansione è già iniziata. Infatti la rete di rivenditori del brand transalpino di Stellantis è già passata dai 105 punti vendita agli attuali 152.

Citroen intende quasi raddoppiare la sua rete di rivenditori in Brasile con il lancio della nuova C3

L’intenzione è di arrivare a 180 concessionarie entro la fine del 2022, coprendo l’80 per cento del territorio brasiliano. Come riporta la stampa brasiliana, non è da escludere, tuttavia, che queste concessionarie siano condivise con Peugeot e Fiat in alcune città brasiliane. Citroën inizierà a scommettere molto sul segmento delle auto compatte.

Oltre alla nuova Citroën C3 2023, che avrà un prezzo iniziale di circa R$ 67.000 (sarà quindi una delle auto più economiche del Brasile), come vi abbiamo riportato in un nostro precedente articolo entro il 2024 la casa automobilistica francese lancerà entro il 2024 altre due auto compatte.

Nuova Citroën C3 inizio produzione
Citroen: la casa francese vuole crescere in Brasile e nei prossimi anni aumenterà di molto il numero delle concessionarie in quel paese

Citroën ha diverse strategie per fidelizzare il suo pubblico, una delle quali è semplificare i veicoli per renderli più accessibili, soprattutto nella C3, però al contempo dando la possibilità di aggiungere altri accessori che rendano il veicolo più personalizzabile e ideale per il cliente. Un altro pilastro sarà il servizio al cliente, con azioni specifiche e formazione per la rete, simile a quello su cui Peugeot sta lavorando da alcuni anni, da prima del lancio della nuova Peugeot 208.

Vedremo dunque quali altre novità arriveranno in proposito dal Brasile per la casa automobilistica francese che sotto Stellantis sembra decisa a rilanciarsi in grande stile in quel paese al pari di Peugeot per rendere il gruppo automobilistico nato dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e PSA Groupe sempre più leader in quel mercato che in futuro sarà sempre più importante.

Ti potrebbe interessare: Citroën C3 Aircross Rip Curl: debutta la versione 2022 con tante novità