in

Ferrari DTM: la gara al Lausitzring è da dimenticare in fretta

Il prossimo appuntamento si terrà fra quattro settimane a Imola

Ferrari DTM Lausitzring

In uno dei fine settimana più problematici da quando la Red Bull AlphaTauri AF Corse ha iniziato la sua partecipazione alla serie DTM, le Ferrari sono uscite dal Lausitzring sperando di voltare pagina il prima possibile sull’evento e concentrarsi invece sul prossimo round di Imola che si terrà tra quattro settimane.

Le qualifiche hanno riservato una sgradita sorpresa per Felipe Fraga, costretto a fermarsi a bordo pista a causa di un incendio. La causa è tuttora sconosciuta, ma ha impedito al brasiliano di prendere il via alla seconda gara del weekend. L’attenzione di AF Corse si è così spostata sulla Ferrari 488 GT3 Evo 2020 di Nick Cassidy con livrea AlphaTauri, settima in griglia.

Ferrari DTM Lausitzring
Ferrari, la gara al Lausitzring è da dimenticare per il cavallino rampante

Ferrari: la gara DTM al Lausitzring si chiude in negativo per il cavallino rampante

La partenza ha visto ancora una volta diverse vetture che si sono spinte fianco a fianco mentre hanno frenato alla prima curva, con Cassidy che è riuscito a perdere solo una posizione prima del pit stop obbligatorio al nono giro.

I meccanici sono stati veloci nell’effettuare gli interventi, consentendo al neozelandese di risalire al settimo posto. Giro dopo giro, la Ferrari si è aggrappata al gruppo nella lotta per il terzo posto, con Enge, Mueller e Bortolotti a caccia di preziosi punti in campionato.

Ferrari DTM Lausitzring

Nonostante diversi tentativi, il pilota neozelandese non è riuscito a mettere in scena l’attacco decisivo agli avversari e, a tre minuti dalla bandiera a scacchi, è scivolato in fondo alla classifica a causa di una foratura provocata da detriti che non erano stati precedentemente rimossi dalla pista, avvisando la squadra al ritiro della vettura con la bandiera a scacchi ormai in vista.

Il fine settimana al Lausitzring, il secondo round della stagione 2022 del DTM, si è concluso con solo un nono posto. Le Ferrari dovranno ora scavare a fondo per tentare di guadagnare punti importanti nella prossima tappa di Imola che si terrà dal 17 al 19 giugno, se sperano di riconquistare le loro posizioni tra le prime in classifica generale.