in

Ferrari: ad Antonello Coletta il “Premio Nino Vaccarella”

Meritato riconoscimento per l’uomo sul ponte di comando delle attività GT del “cavallino rampante”.

Ferrari Targa Florio Vaccarella
Nino Vaccarella sulle strade della Targa Florio (Foto Rosario Scelsi)

Antonello Coletta, responsabile del reparto Ferrari Attività Sportive GT, ha vinto il “Premio Nino Vaccarella“, istituito da ACI Sport e destinato a chi si è distinto nell’automobilismo da corsa. La consegna del premio è avvenuta a Taormina, nella splendida cornice del palazzo dei congressi, in presenza di Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia.

Il conferimento è avvenuto a cura della delegazione siciliana dell’ACI, guidata da Daniele Settimo, che ha istituito il premio. Sul palco anche Giovanni Vaccarella, figlio del mitico “Preside Volante”, scomparso il 23 settembre 2021 e alla cui memoria si lega il prestigioso riconoscimento.

Coletta ha guadagnato l’importante premio per i successi conquistati dal “cavallino rampante” lo scorso anno. Quella del 2021 è stata la stagione più vincente nella storia della casa di Maranello, con riferimento all’universo GT. Un risultato frutto del suo impegno e del duro lavoro dei suoi uomini nel mondo endurance.

Il titolo mondiale vinto in Bahrain, dopo una bella battaglia con la Porsche, che evoca ricordi di vecchia memoria, è stata la punta di diamante dell’impegno in pista, in un anno ricco di trionfi. Da segnalare i successi raccolti in classe Pro alla 24 Ore di Le Mans e alla 24 Ore di Spa-Francorchamps. La maratona della Sarthe, da sola, vale quanto una stagione.

Premio Nino Vaccarella: un degno riconoscimento per Coletta

Con Antonello Coletta sul ponte di comando, la Ferrari ha messo a segno nell’universo GT un’annata memorabile, condita di successi nelle principali serie dedicate alle Gran Turismo. Nel 2021, oltre ad imporsi nella serie maggiore, la casa di Maranello ha fatto suo anche il GT World Challenge Endurance Cup e conquistato diversi altri campionati. Questi risultati non sono giunti per caso, ma sono il frutto di tanta competenza, di un eccellente metodo lavoro e di auto straordinarie.

Adesso nel suo ufficio che si affaccia sulla Pista di Fiorano, Antonello Coletta potrà mettere in vetrina il trofeo guadagnato in Sicilia. Il premio, come dicevamo, è dedicato a Nino Vaccarella, uno dei più grandi piloti dell’automobilismo romantico. Nel suo palmares, fra gli altri, ci sono i successi alla 24 Ore di Le Mans, alla 1000 km del Nürburgring, alla 12 Ore di Sebring e alla Targa Florio.

Nella sfida di casa il “Preside Volante” si impose per ben tre volte. La vittoria più bella fu quella del 1965, quando fece sua la sfida madonita al volante di una Ferrari 275 P2, stretto nell’abbraccio festante di un pubblico record: 800 mila spettatori. Ora in Sicilia è stato assegnato un premio in sua memoria. A vincerlo è stato Antonello Coletta. La consegna a Taormina, a due passi dal meraviglioso Teatro Greco, gioiello storico della Perla dello Ionio.