in

Caro gas metano auto: minacce ai gestori

Brutti episodi assolutamente da censurare: caro gas metano auto, minacce ai gestori. Del tutto innocenti. Una guerra fra poveri

metano auto

Si tratta di una guerra fra poveri. Da una parte, chi ha puntato sul gas metano auto, e ora si ritrova il prezzo di 2 euro anziché un euro di settembre 2021. Con punte spaventose di 5 euro. Dall’altra, i gestori delle pompe di benzina e di gas. Purtroppo, si stanno verificando brutti episodi assolutamente da censurare: automobilisti e altri utenti con veicoli a metano che insultano e minacciano i gestori. Del tutto innocenti. E comunque, non è certo così che si devono affrontare i problemi.

Al di là del no assoluto alla violenza, nei modi, nelle parole, nei toni, chi ci va di mezzo sono i gestori. Che devono per forza vendere a prezzi pazzeschi. Per esempio nelle Marche, ad Ancona. Così adesso sono pure costretti a chiudere. Sia perché nessuno va più a fare il pieno di gas. Sia perché fra quei pochi che ci vanno si annidano persone esasperate: pronti ad aggredire in quanto vedono sbriciolarsi gli euro del portafogli e del conto corrente.

metano auto 2

Metano auto: su ben prima dell’invasione di Putin

Il caro vita e la mancanza di denaro portano a forti tensioni sociali: non è una giustificazione di comportamenti inaccettabili, ma una constatazione. Servirebbe l’intervento immediato della politica. Presa alla sprovvista ben prima che Putin invadesse l’Ucraina: i rialzi c’erano già con la transizione energetica voluta dalla politica stessa.

I gestori dei distributori sono finiti nel mirino dopo il pauroso rincaro dei carburanti. Dall’inizio dell’anno il prezzo della benzina è salito del 13,3%, quello del gasolio del 15,2%: il pieno, per un’auto di media cilindrata, adesso costa almeno 12 euro in più, dato che un litro ha ormai superato i 2 euro.

Ecco la spiegazione dei gestori: se i contratti sono stati stipulati prima e hanno valenza prolungata, chi li ha sottoscritti riesce e fare un prezzo migliore. Se i contratti sono stati rinnovati dopo, i distributori sono stati investiti in pieno dalla tempesta speculativa. Di qui, i prezzi diversi. Il problema sono le speculazioni ad opera di fondi internazionali che pur di trarre profitto.

Quali i prezzi medi del gas

Per il gas, prezzi praticati del Gpl hanno leggeri assestamenti all’insù e vanno da 0,871 a 0,894 euro/litro (no logo 0,870). Infine, il prezzo medio del metano auto è ancora in forte crescita e si posiziona tra 1,955 e 2,366 (no logo 2,229).