in

Alfa Romeo: il 2021 “un anno straordinario”? No, per niente

Il comunicato del Biscione fa sorridere se si pensa a tutte le cose negative accadute nel 2021

Nelle scorse ore è uscito un comunicato di Alfa Romeo che definisce il 2021 come un anno straordinario per la casa automobilistica del Biscione, un anno ricco di successi etc. etc. Molti siti hanno riportato il comunicato come fosse una sorta di notizia e questo ha creato smarrimento tra i numerosi fan della casa automobilistica del Biscione anche nei semplici appassionati di auto. In tanti sono rimasti perplessi pensando alle varie notizie non certamente positive che si sono susseguite nel corso dei mesi. I più gentili si sono domandati: “Ma che vi siete fumati?”.

Il 2021 non è stato un anno poi così straordinario per Alfa Romeo

In realtà sembra un po’ esagerato definire il 2021 in questa maniera. Ricordiamo infatti che il 2021 è stato l’anno in cui la gamma di Alfa Romeo è stata ridotta ad appena due veicoli: la berlina Giulia e il SUV Stelvio. La produzione si è ridotta ai minimi termini, soprattutto a causa della crisi dei semiconduttori, ma anche per il calo delle richieste dovuto alla fine della produzione di Giulietta. Anche le vendite sono state le più basse di sempre, sempre per la mancanza di Giulietta dalla gamma del Biscione.

La vettura che per molto tempo è stata la più venduta nella gamma dello storico marchio milanese è uscita di produzione alla fine del 2020. Ciò ovviamente ha influito sui risultati del Biscione che in Italia nel 2021 ha venduto circa 11.300 auto. Poi per carità, ci sono state anche molte cose positive. Ad esempio il sold out di Giulia GTA e GTAm. Il SUV Stelvio si è confermato uno dei preferiti dai clienti nel segmento dei D-SUV con motore a combustione.

Lo stesso è avvenuto con la berlina Giulia. Durante l’anno sono state presentate alcune versioni speciali come la 6C Villa D’Este e GT Junior che hanno fatto parlare a lungo del Biscione. Altra cosa che avrebbe reso il 2021 un anno indimenticabile è che il 95 per cento dei clienti di Alfa Romeo avrebbe espresso un elevato grado di soddisfazione per quanto riguarda le auto della casa milanese. Ok che bisogna essere ottimisti, però onestamente ci sembra un po’ poco per definire il 2021 un anno da ricordare e fondamentale per il Biscione.

Alfa Romeo
Alfa Romeo Il 2021 è stato un anno straordinario? No, diciamo che è stato un anno di transizione in cui il Biscione getterà le basi per un futuro da protagonista

Forse sarebbe stato più giusto definire il 2021 come un anno di transizione, un anno in cui il nuovo CEO Jean-Philippe Imparato e i suoi collaboratori hanno gettato le basi per il rilancio di Alfa Romeo nel segmento premium del mercato auto. Rilancio che dovrebbe iniziare proprio in questo 2022 con l’arrivo sul mercato del SUV Alfa Romeo Tonale e con la conferma ufficiale di quelle che saranno le novità che arricchiranno la gamma del Biscione nei prossimi anni.

Ricordiamo infatti che Imparato ha promesso una nuova auto ogni anno almeno per quello che concerne i prossimi 5 anni. Noi siamo certi che il Biscione ci sorprenderà e che si rilancerà in grande stile nei prossimi anni e glielo auguriamo di cuore, ma no, il 2021 non è stato sicuramente un anno straordinario….

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Giulia: il problema è stato la mancanza di una Sport Wagon?

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento