in

Nuova Alfa Romeo MiTo: a breve sapremo la verità

Nuova Alfa Romeo MiTo: il prossimo 1 marzo scopriremo se i riferimenti di Imparato delle settimane scorse era rivolti al suo ritorno

Nuova Alfa Romeo MiTo

Il nuovo numero uno di Alfa Romeo, l’amministratore delegato Jean-Philippe Imparato ha dichiarato nelle scorse settimane che la casa automobilistica milanese deve recuperare il terreno perso negli ultimi anni, tornando in segmenti di mercati popolari da cui era uscita di scena da qualche anno. Queste parole sono sembrate un chiaro riferimento al ritorno di modelli quali una nuova Alfa Romeo MiTo e Giulietta.

A breve sapremo se una nuova Alfa Romeo MiTo ci sarà o no

Ovviamente non sappiamo se le cose stanno realmente così. Infatti per il momento mancano conferme ufficiali da parte dei massimi dirigenti di Alfa Romeo e più in generale del gruppo Stellantis. Le uniche certezze che per il momento riguardano la casa automobilistica del Biscione sono quelle relative all’arrivo imminente sul mercato di Alfa Romeo Tonale e al futuro B-SUV made in Polonia che si dovrebbe chiamare Alfa Romeo Brennero.

Per quanto riguarda una nuova Alfa Romeo MiTo se ne è parlato molto negli ultimi mesi. Secondo alcuni potrebbe essere lei la nuova entry level della gamma della casa automobilistica premium del gruppo Stellantis. Secondo altri però in realtà i riferimenti di Imparato che intende recuperare 2 milioni di clienti persi erano altri modelli tra cui propri i due futuri SUV del Biscione.

La verità la conosceremo comunque tra poco. Infatti il prossimo 1 marzo 2022 il gruppo Stellantis dovrebbe rivelare il suo piano strategico e quindi in quella data quasi certamente conosceremo il nuovo piano di rilancio del Biscione con i primi 5 modelli che arriveranno nei prossimi anni a partire da Alfa Romeo Tonale che dovrebbe essere svelato il prossimo 8 febbraio secondo le ultime indiscrezioni provenienti dai soliti bene informati.

Nuova Alfa Romeo MiTo
Nuova Alfa Romeo MiTo: il prossimo 1 marzo scopriremo se i riferimenti del CEO Jean-Philippe Imparato delle settimane scorse era rivolti al suo ritorno oppure no

Una nuova Alfa Romeo MiTo potrebbe formare con Citroen C3, Opel Corsa, Peugeot 208 e una futura ipotetica nuova Fiat Punto una favolosa cinquina per il gruppo Stellantis che in questa maniera potrebbe dominare in lungo e in largo quel segmento in Europa e non solo. Ma allo stesso tempo chi pensa che questa auto alla fine non si farà dice che il gruppo di Carlos Tavares eviterà di creare una inutile concorrenza interna.

Una nuova Alfa Romeo MiTo tornerebbe nelle vesti di una hatchack dal carattere estremamente sportivo e premium. Nulla a che vedere con il vecchio modello che è uscito di produzione nell’estate del 2018. Quanto al luogo di produzione non è detto che l’auto sarà prodotta in Italia.

Anzi al momento, se davvero l’auto si farà, sembra più facile che essa venga prodotta all’estero probabilmente in uno degli stabilimenti in cui il gruppo Stellantis produce le altre berline compatte in modo da ridurre i costi e massimizzare i profitti.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo MiTo: un anno fa l’addio alla famosa auto del Biscione, ecco cosa accadrà in futuro a proposito di questo modello

Looks like you have blocked notifications!